Tennis, Sara Errani regina di Acapulco
secondo titolo consecutivo
immagine Tennis, Sara Errani regina di Acapulco
secondo titolo consecutivo
ALTRISPORT
ROMA - Sara Errani ancora regina di Acapulco. L'azzurra, testa di serie numero 1, ha trionfato nel torneo Wta messicano (terra battuta, montepremi 235.000 dollari), conservando il titolo conquistato già nel 2012. La 25enne romagnola, al settimo centro nel circuito, ha sconfitto in finale la spagnola Carla Suarez Navarro, numero 2 del tabellone, per 6-0, 6-4 in 1h35'.

Sara, che non ha perso nemmeno un set nella cavalcata durata una settimana, non ha lasciato scampo alla rivale. È partita benissimo inanellando ben 8 game di fila: ha dominato il primo parziale e ha preso subito il largo nel secondo set, prima si subire l'unico break dell'intera finale. Sul 4-4, la numero 1 d'Italia ha piazzato l'allungo decisivo: ha strappato il servizio all'iberica e ha tenuto la battuta nel decimo game, facendo calare il sipario grazie al secondo match-point.

Rafa Nadal è tornato e fa sul serio. Lo spagnolo ha trionfato nel torneo Atp di Acapulco (terra battuta, montepremi 1,155 milioni di dollari), demolendo in finale il connazionale David Ferrer. Il mancino di Manacor, testa di serie numero 2, ha travolto il numero 1 del tabellone con l'eloquente punteggio di 6-0, 6-2 in una finale senza storia di poco più di un'ora. «Da tempo non giocavo una partita del genere. In campo ho provato buone sensazioni», ha detto l'ex numero 1 del mondo, che ha festeggiato il 52° titolo della carriera e il 38° sulla terra rossa, il secondo della stagione dopo quello appena conquistato a San Paolo. Da poche settimane, Nadal è tornato alle competizioni dopo il lungo stop per problemi al ginocchio. Il top della forma non è ancora stato raggiunto, ma le indicazioni sono estremamente positive.

«Giocherò a Indian Wells», ha detto Nadal fugando i dubbi sulla propria presenza nel primo Masters 1000 della stagione che comincia il 7 marzo. «Devo fare quello che mi dice il cuore. E sento di dover giocare il prossimo torneo», ha aggiunto. Prima di presentarsi sul cemento californiano, Nadal effettuerà un test speciale domani in un'esibizione al Madison Square Garden di New York con l'argentino Juan Martin Del Potro.«Sono felicissimo di giocare in un ambiente così suggestivo. Oltretutto, l'evento mi permetterà di prendere un pò confidenza con i campi veloci», ha osservato. Umore diverso ovviamente per Ferrer, preso a pallate davanti a 8000 spettatori. «Se dovevo perdere così nettamente contro qualcuno - ha detto il valenciano - non poteva essere che contro Rafa. Sono felice che sia tornato ad altissimo livello, anche se mi ha distrutto...». L'eventuale rivincita ad Acapulco, tra un anno, non andrà in scena sulla terra battuta: dal 2014 il torneo si giocherà sul cemento.

«E' stato un torneo speciale - ha detto Errani al termine dell'incontro - La settimana è stata un misto di sofferenza e stanchezza, per questo il trionfo è qualcosa di davvero speciale. E' quasi un sollievo. Ogni sfida con Carla - ha aggiunto riferendosi a Suarez Navarro - è sempre stata una battaglia. Lei ha un talento incredibile ed è difficile da affrontare, quando comincia a sciogliersi diventa davvero pericolosa su qualsiasi superficie, terra battuta o veloce».

Sara Errani è intenzionata a tornare Messico il prossimo anno con l'obiettivo di calare il tris. «Spero di tornare qui. Ora è ancora presto per parlarne, ma questo torneo mi piace moltissimo e conto di esserci». Un nuovo trionfo, nel 2014, le regalerebbe un posto speciale nell'albo d'oro dell'evento. Solo la statunitense Venus Williams, oltre alla Errani, è stata capace di vincere il torneo per 2 anni di fila (2009 e 2010). La sudafricana Amanda Coetzer (2001 e 2003) e l'azzurra Flavia Pennetta (2005 e 2008), invece, hanno alzato il trofeo in due occasioni non consecutive. Il successo di Acapulco è la perla del 2013 della Errani. Dopo la delusione della eliminazione al primo turno degli Australian Open proprio per mano della Suarez Navarro, la romagnola ha avuto una continuità di rendimento eccezionale: finale al torneo di Parigi indoor, quarti a Doha dove si è arresa di fronte alla bielorussa Victoria Azarenka, finale a Dubai dove la scorsa settimana ha ceduto alla ceca Petra Kvitova.

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora al Il Messaggero.it.

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti