Atalanta-Roma, inutile appello di Colantuono
carri armati di polistirolo in curva nord
CALCIO
Nessuno ferma i carri armati a Bergamo. Nemmeno stavolta. a luglio un mezzo militare autentico, per la festa della Dea, schiacciò una macchina giallorossa. In questo caso nè steward nè forze dell'ordine hanno detto niente a chi si è presentato allo stadio Azzurri d'Italia con i carri armati bianchi di polistirolo. »La coreografia avrŕ sorpreso soprattutto l'allenatore dell'Atalanta: Stefano Colantuono, romano, alla vigilia aveva chiesto di mettere da parte quella storia che in estate aveva fatto fare una gran brutta figura al club bergamasco. «Basta con i carri armati e altro, allo stadio bisogna solo fare il tifo. Non č stato ascoltato. In curva nord e anche in tribuna tanti carri armati. Per continuare con la provocazione iniziata a luglio.

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora al Messaggero.

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

3 commenti presenti
Basta con l'ipocrisia
"n steward n forze dell"ordine hanno detto niente a chi si presentato allo stadio Azzurri d"Italia con i carri armati bianchi di polistirolo. In effetti i pericolosissimi carri armati di polistirolo costituiscono una minaccia per l'incolumit delle povere famiglie che cercano solo un pomeriggio di divertimento e spensieratezza. Certo, pi facile scandalizzarsi per questi "chiari segnali di guerra" che indignarsi per i cori razzisti che si sentono ogni domenica negli stadi italiani. Riflettete.
Commento inviato il 2013-12-02 alle 11:00:00 da baselice
Get Adobe Flash player