ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

La Virtus Bologna vince a Trieste e torna in serie A

Virtus Bologna

La Virtus Bologna torna in Serie A. In gara 3 le V nere hanno sbancato il campo di Trieste con il punteggio di 72-66 vincendo 3-0 la serie al meglio delle cinque partite della Finale della Serie A2.. Così, dopo un anno di purgatorio in A2, la Virtus targata Segafredo ha riconquistato un posto nell'elite del basket maggiore. Una delle squadre più blasonate d'Italia (15 scudetti, l'ultimo nel 2001) è riuscita a battere Trieste, che aveva eliminato i cuginì di basket city della Fortitudo, trovando la promozione. Dopo la sfortunata retrocessione di un anno fa, la squadra bolognese aveva cambiato tutto il roster, chiamando un allenatore di esperienza anche nelle serie minori come Alessandro Ramagli, ed affidandosi ad un nucleo di giocatori esperti in un campionato, come quello di A2 dalla formula quantomeno bizzarra: 32 squadre suddivise in due gironi e alla fine una sola promozione.

PERCORSO ENTUSIASMANTE
Così, chiusa al secondo posto la stagione regolare dietro a Treviso, la Virtus non ha fallito il cammino di playoff ed è arrivata allo scontro finale con i giuliani conscia dei propri, enormi, mezzi. Con a capo una bandiera come il presidente Alberto Bucci, chiamato a metà dello scorso campionato per dare motivazioni ad un ambiente in crisi di fiducia, un vero bianconero che allenato in diversi anni la squadra (1983-85 e 1993 -97) vincendo tre scudetti tra cui quello della stella al suo secondo anno. Il sesto uomo sono stati i tifosi, che hanno riempito il PalaDozza, dove la Virtus ha preferito giocare visti anche i problemi di calendario del più grande impianto di Casalecchio, la Unipol Arena. Seimila persone a gara nel migliore impianto italiano per vedere il basket sono stati un bel viatico, tanto che la società sta decidendo se continuare al Piccolo Madison anche per il prossimo campionato. Un torneo in cui la Virtus avrà ancora il sostegno di Segafredo e quello dei tifosi (in questo campionato ha avuto più pubblico di molte squadre di A1), per un squadra tutta da progettare, a partire dagli stranieri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lazio, Diaconale contro Giacomelli: «Gara segnata dal pregiudizio»
Video

Lazio, Diaconale contro Giacomelli: «Gara segnata dal pregiudizio»

  • Lazio-Torino, il videocommento di E. Bernardini

    Lazio-Torino, il videocommento di E....

  • La Roma sciupa e il Napoli gira a vuoto: sorride solo l'Inter. Il videocommento di Massimo Caputi

    La Roma sciupa e il Napoli gira a vuoto:...

  • Chievo-Roma 0-0: il videocommento di Ugo Trani

    Chievo-Roma 0-0: il videocommento di Ugo...

  • Di Francesco: “I rinnovi non mi meravigliano. Tanti ambiscono alla Roma”

    Di Francesco: “I rinnovi non mi...

  • Di Francesco: "Lo scorso anno 87 punti e non si è vinto niente"

    Di Francesco: "Lo scorso anno 87 punti...

  • Totti e il nome impronunciabile del bar: il saluto del capitano è esilarante

    Totti e il nome impronunciabile del bar: il...

  • Monchi: "La partita con il Chievo sarà la prova del nove"

    Monchi: "La partita con il Chievo...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS