ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Atalanta, Gasperini si gode il debutto: «Sarà una grande avventura»

Gasperini si gode il debutto: «Sarà una grande avventura»

L'Atalanta si appresta a rituffarsi in una competizione continentale a più di 26 anni dall'ultima partita, nei quarti di finale Uefa con l'Inter, e l'allenatore Gian Piero Gasperini non sta più nella pelle: «Affrontiamo questa avventura con curiosità e rispetto ma anche tanta fiducia, possiamo contare su un seguito importante e non ci poniamo limiti», il suo esordio in conferenza stampa al Mapei Stadium di Reggio Emilia alla vigilia del match di E.League con l'Everton. Il primo avversario del girone E non desta timori riverenziali: «Per l'Everton parlano i risultati, anche se siamo consapevoli dei nostri mezzi. Ma oltre al Lione c'è l'Apollon Limassol che non è la cenerentola del caso». La superstar avversaria, data in forte dubbio, innesca il confronto a distanza con il manager degli inglesi, che ha parlato dopo di lui come da regolamento Uefa: «Su Rooney non ho notizie, a me piacerebbe che ci fosse perché ha fatto la storia del calcio inglese». A Gasp risponde indirettamente un Ronald Koeman abbottonato: «Non dico chi ci sarà o meno in campo, ma Rooney è qui e vuole giocare». Sul fronte nerazzurro due defezioni sicure, Gosens e Ilicic «ma abbiamo lo stesso soluzioni valide (Castagne e Kurtic, ndr)». In formazione Castagne vira a mancina con Hateboer a destra; invariato il resto, con Berisha in porta, il terzetto Toloi-Caldara-Masiello, Cristante e Freuler in mezzo, Petagna e Gomez punte effettive.

Per Gasperini c'è l'opportunità di ripercorrere sentieri conosciuti: «Col Genoa mi ero qualificato due volte, ma due anni fa non avevo potuto giocarmela. Quelli che hanno vissuto il precedente periodo di coppa a Bergamo possono fare raffronti meglio di me: il comune denominatore è l'entusiasmo, portiamo in Europa i valori di questo ambiente e della nostra gente». Una posizione allineata a quella di Alejandro Gomez: «Dovremo stare attenti perché ci troveremo di fronte giocatori di qualità. Ci peserà tanto il dover giocare in casa lontano da Bergamo, nonostante domani sia previsto l'arrivo di numerosi appassionati». Quanto a Ronald Koeman, c'è da cancellare la doppia sconfitta in campionato con Chelsea e Tottenham: «Considero molto seriamente questa coppa europea, quindi la affrontiamo con la squadra più forte a disposizione sapendo di poter scegliere tra un'ampia rosa di giocatori. Conosco l'Atalanta e so che è forte, batterli sarà difficile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Gandini: «La Lega di Serie A non è responsabile del fallimento Italia»
Video

Gandini: «La Lega di Serie A non è responsabile del fallimento Italia»

  • Highlights campionato calcio a 5

    Highlights campionato calcio a 5

  • Ministro Lotti: «Il calcio italiano va rifondato»

    Ministro Lotti: «Il calcio italiano va...

  • Malagò: «Fossi in Tavecchio mi dimetterei»

    Malagò: «Fossi in Tavecchio mi...

  • Barzagli: "Abbiamo dato una mazzata al calcio italiano"

    Barzagli: "Abbiamo dato una mazzata al...

  • Italia, la pagina più nera del pallone azzurro: il commento di Massimo Caputi

    Italia, la pagina più nera del...

  • Italia-Svezia 0-0, azzurri fuori dal Mondiale: il videocommento di Ugo Trani

    Italia-Svezia 0-0, azzurri fuori dal...

  • Italia-Svezia, l'entusiasmo dei tifosi Azzurri a San Siro

    Italia-Svezia, l'entusiasmo dei tifosi...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS