ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Champions, la Roma pesca lo Shakhtar Donetsk. La Juventus sfiderà il Tottenham

Champions, la Roma pesca lo Shakhtar. Juve-Tottenham

È andata bene alle italiane, solo big match per le grandi di Spagna. Può essere definito così l'esito del sorteggio degli ottavi di Champions League. L'ex centrocampista di Liverpool, Real e Bayern Xabi Alonso non ha avuto la mano troppo pesante con Juventus e Roma, che dovranno vedersela con Tottenham e Shakhtar Donetsk, mentre Real Madrid e Barcellona daranno vita ai confronti più attesi, rispettivamente contro Paris SG (per Neymar e compagni la sfida con CR7 sarà un test decisivo per capire fin dove potranno arrivare in Europa) e il Chelsea di Antonio Conte.

L'ottimismo è misurato sia in caso juventina che romanista. Pavel Nedved, vice-presidente della Juventus, non dà per scontato il passaggio del turno: «c'erano grandi possibilità di capitare su una squadra inglese - ha spiegato -, e così è stato. Non abbiamo mai affrontato il Tottenham, che ha un allenatore, Pochettino, molto bravo a sfruttare il potenziale offensivo. Gli Spurs non mi sembrano rivali più deboli di Liverpool, City e United». L'ex Pallone d'Oro non ha torto, basti pensare che il Tottenham ha vinto un girone in cui c'erano anche Real Madrid e Borussia Dortmund, e si avvale di un bomber del calibro di Harry Kane. I londinesi hanno già battuto la Juve, 2-0 nell'amichevole di agosto che, per gli uomini di Allegri (entusiasta di tornare a Wembley), fu di preparazione alla finale di Supercoppa contro la Lazio. «Ma non eravamo in condizione», precisa Nedved.

«Sono d'accordo con Allegri - continua -, quando dice che bisogna essere ottimisti. Disputare due finali di Champions in tre stagioni non è da tutti. Avevamo bisogno di sistemare alcune cose ma ora va meglio. La vera Juve è quella che ha vinto a Napoli». Emblematico il sorriso di Francesco Totti quando i bussolotti elvetici hanno abbinato la sua Roma allo Shakhtar Donetsk, squadra sulla carta ucraina ma praticamente 'brasiliana'. I precedenti in realtà non sono favorevoli ai giallorossi, ma la sfida è tutta da giocare, e soprattutto la Roma ha evitato le altre due rivali che erano rimaste nel 'bussolottò, ovvero Real Madrid e Bayern Monaco. Il direttore sportivo capitolino Monchi non si lascia trascinare dall'euforia: «è vero che il sorteggio poteva andare peggio, ma non per questo è andato bene», puntualizza. Lo Shakhtar è l'unica squadra che ha battuto il Manchester City quest'anno, e nei gironi ha eliminato il Napoli. Merita quindi il massimo rispetto«. Gli ucraini, da parte loro, sono felici di aver 'pescatò la Roma.

L'amministratore delegato dello Shakhtar, Sergiy Palkin, non lo si nasconde: » la Roma è un'ottima squadra, ma quando vedo le altre potenziali avversarie, non mi posso lamentare - dice -. Battere il Manchester City, anche se non ha fatto giocare contro di noi tutti i titolari, non è una cosa da tutti. Lo sottolineo pur tenendo conto che la Roma è forte, con gente come Alisson, Nainggolan e Dzeko di altissimo livello. Essere costretti a giocare 'in esiliò a Kharkiv per noi è uno svantaggio«. Guardando al resto del tabellone, spicca il confronto tra Real Madrid e Paris SG, in cui la squadra francese cercherà di non ripetere l'impresa 'al rovescio' degli ottavi della scorsa stagione, con il clamoroso KO per 6-1 dopo la vittoria per 4-0 dell'andata. Contrariato il dirigente madridista Emilio Butragueno: »questa partita avrebbe potuto benissimo essere una finale, data la forza delle due squadre. Il Paris SG è ogni anno più competitivo e il suo potenziale è enorme«. Difficile dare torto al 'Buitrè, ma anche il Real, come ha dimostrato mille volte, è capace di tutto.


Ecco tutti gli abbinamenti
Juventus-Tottenham
Basilea-Manchester City
Porto-Liverpool
Siviglia-Manchester Utd
Real Madrid-Psg
Shakthar-Roma
Chelsea-Barcellona
Bayern-Besiktas
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Intervista a Paolo Barelli di Massimo Caputi
Video

Intervista a Paolo Barelli di Massimo Caputi

  • Con gli occhi di una campionessa: Sofia Goggia si racconta in 90 secondi

    Con gli occhi di una campionessa: Sofia...

  • Monchi e Baldissoni rientrano a Roma dopo il meeting a Londra

    Monchi e Baldissoni rientrano a Roma dopo il...

  • Andrea Petkovic, show in campo

    Andrea Petkovic, show in campo

  • Machach a Villa Stuart per le visite mediche con il Napoli

    Machach a Villa Stuart per le visite mediche...

  • Roma, Castan a Villa Stuart per le visite mediche con il Cagliari

    Roma, Castan a Villa Stuart per le visite...

  • Panini, presentato il nuovo album dei calciatori

    Panini, presentato il nuovo album dei...

  • Lazio, Lotito: “Investiamo sulla storia. Siamo un esempio”

    Lazio, Lotito: “Investiamo sulla...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
papa max roma
2017-12-12 21:10:06
Non so se riusciremo, nel doppio confronto, a superare o Shaktar Donetz .. ma abbiamo diverse probabilita' .. direi intorno al 50 % .. non so se piu' o meno .. ma non importa .. importanti, a questo punto, fattori ora non procrastinabili .. condizioni atmosferiche .. arbitro .. stato fisico e mentale di chi gioca .. formazione .. troppe varianti e , appunto, improcrastinabili .. vederemo .. ho un po' d fiducia ..
vincenzone
2017-12-12 10:15:32
Dopo l'illuminato intervento del Digerente (magna e digerisce tutta la vita) la CL sara' nostra. :-))))))))))))))
franconegiallorosso
2017-12-12 09:53:38
In campana, lo Shakhtar non è una squadra da sottovalutare. Massima concentrazione ma nessun timore
marvel125
2017-12-11 17:40:17
E' bene ricordarsi che nessuna squadra pensa di arrendersi e se è arrivata lì qualche potenziale lo ha
papa max roma
2017-12-11 18:46:49
la tua massima vale anche per noi ..

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS