Euro 2016, sorteggiati i gironi a Parigi: l'Italia con Belgio, Irlanda e Svezia. Conte: «Tre squadre sullo stesso livello»

immagine Euro 2016, sorteggiati i gironi a Parigi: l'Italia con Belgio, Irlanda e Svezia. Conte: «Tre squadre sullo stesso livello»
Europei 2016, il conto alla rovescia è ufficialmente scattato: oggi a Parigi sono stati sorteggiati i gironi della rassegna continentale che prenderà il via il 10 giugno allo Stade de France di Saint-Denis con la partita Francia-Romania, e si concluderà con la finale un mese dopo nello stesso impianto.

L'Italia è stata sorteggiata nel girone E con il Belgio degli
“italiani” Nainggolan a Mertens ma anche dei fenomeni della Premier Hazard e De Bruyne, con la Svezia di Ibrahimovic e con l'Irlanda. Il debutto azzurro sarà alle 21 di lunedì 13 giugno a Lione contro il Belgio. Quindi giocherà il 17 giugno, alle 15, a Tolosa contro la Svezia e chiuderà il girone il 22 giugno, alle 21, a Lille contro l'Irlanda.   

«Sono dell'idea che il Belgio sia un'eccellente squadra, tra le favorite per il successo finale. Hanno una squadra giovane e molti giocatori di alto livello - ha commentato il ct azzurro Conte a Uefa.tv dopo il sorteggio - Poi, dietro nel girone, vedo tre squadre di uguale valore». «La Svezia è una bella squadra, ha un grandissimo giocatore come Ibrahimovic, che può fare la differenza, come ha dimostrato negli spareggi - prosegue Conte - Non dico che ha vinto da solo ma ha influito in modo molto importante. È una squadra molto fisica, molto preparata tatticamente, la conosciamo». «L'Irlanda è una squadra che gioca col cuore, come tutte le squadre anglosassoni ha grande fisicità, si fa forza del suo spirito di squadra e della grande intensità di gioco. Perciò, attenti...». «È un girone duro, interessante. Faremo del nostro meglio, innanzitutto cercheremo di rendere orgogliosi i nostri tifosi», ha aggiunto il ct. «Balotelli? Mancano 5 mesi alla competizione, le cose possono cambiare. Ma devono cambiare in maniera netta e sostanziale - ha aggiunto Conte - Guarderò con attenzione, lo spazio c'è sempre. Ma so chi ci ha portato fin qua, i calciatori li conosco. Chi vorrà entrare dovrà dimostrarmi molto, ma molto».

«È un girone di livello importante, almeno però abbiamo evitato Spagna e Germania, che sono anche le squadre che incontriamo in amichevole», è stato invece il commento del presidente della Federcalcio Carlo Tavecchio. «D'altra parte - ha continuato - qui sono arrivate le 24 migliori nazionali, era ridicolo pretendere di avere un sorteggio facile. Abbiamo voglia di fare bene».

All'uscita dal sorteggio al presidente della Figc è stato ricordato il «biscotto» della Svezia con la Danimarca ai danni dell'Italia agli europei del 2004 in Portogallo: «noi - è stata la risposta di Tavecchio - per filosofia sportiva non facciamo mai niente che non sia leale».

Nel girone B interessante derby tra Inghilterra e Galles, mentre nel gruppo C il bomber Lewandowski guiderà la sua Polonia contro tutti i suoi amici della Bundesliga e della Germania. Mandzukic e Morata, sempre in lotta per una maglia alla Juventus, si sfideranno anche agli Europei per un posto nella seconda fase in Spagna-Croazia. Sorride solo Cristiano Ronaldo che pesca Islanda, Ungheria e Austria e sente già odore di ottavi di finale. 

Questa la composizione dei gironi:

GRUPPO A: Francia, Romania, Albania, Svizzera
GRUPPO B: Inghilterra, Russia, Slovacchia, Galles
GRUPPO C Germania, Irlanda del Nord, Polonia, Ucraina
GRUPPO D Spagna, Repubblica Ceca, Turchia, Croazia
GRUPPO E Belgio, Italia, Irlanda, Svezia,
GRUPPO F Portogallo, Islanda, Ungheria, Austria



La nuova formula a 24 squadre prevede sei gironi da quattro nazionali ciascuno l’uno, dai quali si qualificheranno la prima e seconda, oltre alle 4 migliori terze classificate, per un totale di 16 rappresentative ammesse agli ottavi.




 

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora al Il Messaggero.it.

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui