ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Inter, il pareggio con la Juventus rafforza le ambizioni nerazzurre

Il pareggio con la Juventus
rafforza le ambizioni dell'Inter

Questa Inter ora sa anche soffrire. È il regalo più bello che le ha fatto, in questi mesi, Luciano Spalletti. Lo 0-0 contro la Juventus e la prestazione deludente dei nerazzurri non devono assolutamente preoccupare i tifosi. In primis, perché questo punto nella tana bianconera deve essere conservato e coccolato; in secondo luogo perché l’Inter non si è mai piegata e non è mai caduta davanti agli attacchi della squadra di Massimiliano Allegri, colpevole di avere lasciato in panchina per 70’ Dybala e per tutta la gara Douglas Costa. Infine, l’Inter ha giocato a Roma (contro i giallorossi), a Napoli e Torino e ha conquistato cinque punti, senza perdere un match. È ancora imbattuta e, in attesa del Napoli, è ancora prima in classifica. Sì, questa Inter per lo scudetto c’è: paradossalmente è stata la brutta prestazione contro la Juventus a confermarlo. Sicuramente la banda Spalletti darà filo da torcere a tutti per il quarto posto e la Champions League, ma imparando a soffrire è salita di livello e ora può lottare anche per il titolo. A Torino è stata poco pungente in attacco (forse quasi inesistente). Sugli esterni Candreva e Perisic non hanno fatto il loro dovere e la Juventus ha provato ad approfittarne. Icardi è rimasto isolato, ma Higuain non ha fatto sfracelli. L’ultimo step per Spalletti sarà inserire nei suoi meccanismi i giocatori con pochi minuti nelle gambe per avere delle alternative alle sue certezze. E allo Stadium quelle certezze sono state Handanovic, Skriniar e Miranda. Hanno costretto la Juventus a uno 0-0 e in casa i bianconeri segnavano da 44 partite di fila. L’Inter, invece, se la ride: è ancora imbattuta e adesso sa pure soffrire.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Monchi: "La Roma non sta smobilitando, ma ascolto le offerte"
Video

Monchi: "La Roma non sta smobilitando, ma ascolto le offerte"

  • Karsdorp: controlli medici a Villa Stuart

    Karsdorp: controlli medici a Villa Stuart

  • Di Francesco: “Pressioni e mercato possono condizionare i giocatori”

    Di Francesco: “Pressioni e mercato...

  • Costacurta: «Vorrei che negli stadi si...

  • Di Francesco al convegno “Il calcio e chi lo racconta”

    Di Francesco al convegno “Il calcio e...

  • Torino, Damascan il nuovo granata

    Torino, Damascan il nuovo granata

  • Golf for Autism

    Golf for Autism

  • Inzaghi sul Var

    Inzaghi sul Var

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS