ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Inter, Spalletti: «La vera fortuna è allenare questi ragazzi»

Inter, Spalletti: «La vera fortuna è allenare questi ragazzi»

«A questi calciatori vanno fatti i complimenti: continuate a dirci che siamo fortunati, ma la mia vera fortuna è allenare questi ragazzi. Sanno fare il loro mestiere, sanno dove vogliono andare e oggi sono venuti qui a giocare una buonissima partita». Ai microfoni di Premium Sport, l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti, risponde così a chi continua a definire la sua squadra fortunata. «Che poteva anche essere giocata anche meglio. A volte i giocatori del Napoli sembrano i figli di Goldrake, per le cose quasi incredibili che fanno, e giocare contro di loro non è facile. Dobbiamo ancora imparare tanto, perché in alcune situazioni potevamo anche fare gol, ma abbiamo anche fatto dei passi in avanti importanti». Handanovic? «È un grande portiere - aggiunge Spalletti - ma anche Reina ha fatto delle belle parate, oltre al gol salvato sulla linea. Torniamo a casa con un punto molto importante, ma c'è ancora da lavorare. Sono i giornalisti che cercano sempre di creare il fenomeno e il fallito, chi vince è fenomeno e tutti gli altri dei falliti: noi arriviamo da alcune stagioni complicate, non abbiamo, a differenza di altre squadre, una base di lavoro di anni. Ci vuole del tempo e noi dobbiamo essere bravi ad accorciarlo. Se poi mi continuate a chiedere se lotteremo per lo Scudetto, vi rispondo di sì, lo vinceremo (ironico, ndr)».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Di Francesco: "Basta chiacchiere e non ho mai parlato di scudetto"
Video

Di Francesco: "Basta chiacchiere e non ho mai parlato di scudetto"

  • Di Francesco: "Schick non è libero con la testa"

    Di Francesco: "Schick non è...

  • Monchi: "La Roma non sta smobilitando, ma ascolto le offerte"

    Monchi: "La Roma non sta smobilitando,...

  • Karsdorp: controlli medici a Villa Stuart

    Karsdorp: controlli medici a Villa Stuart

  • Di Francesco: “Pressioni e mercato possono condizionare i giocatori”

    Di Francesco: “Pressioni e mercato...

  • Costacurta: «Vorrei che negli stadi si...

  • Di Francesco al convegno “Il calcio e chi lo racconta”

    Di Francesco al convegno “Il calcio e...

  • Torino, Damascan il nuovo granata

    Torino, Damascan il nuovo granata

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
vincenzone
2017-10-22 14:31:43
solo le menti obese non percepiscono la grande bravura di Spalletti, l'unico a mettere in giusta luce di avere un totti nella Roma. Fatti cari signori e non abbassate la testa quando segna Dzeko, autore a Londra di uno dei gol giallorossi piu' belli di sempre.
vincenzone
2017-10-22 11:25:08
La sua dialettica e' al primo posto sicuramente. La sua abilita' nel gestire il materiale a disposizione e' sempre da scudetto. Simpatico o antipatico e' stato colui che si e' opposto alla tracotanza del sultano e dei media. Non e' poco considerato che il sultano e signora non sono romanisti. Un "capitano" che abbassa lo sguardo mentre siede in panca e Dzeko va in gol e' un indegno. E' un dogma solo per le menti obese e media in mala fede. Ingigantisce in me il ricordo di AGO, di Rocca.
papa max roma
2017-10-22 11:52:07
se n'm e' andato dalla Roma per due motivi .. 1) .. la Roma avrebbe sempre vnduto almeno 1 top player ogni anno per sanare il bilancio .. 2) la Roma non gli ha proposto l' aumento a 4 milioni netti ce gli ha proposto l' Inter tramite Sabatini .. e poi mi sono davvero stancato del tuo odio verso Totti .. basta .. adesso falla finita ..
vincenzone
2017-10-22 13:23:33
disprezzo non odio. Resta ai fatti e non erigerti a eroe paladino del sig. Benfiga :-))))
vincenzone
2017-10-22 13:38:31
falla finita lo dici ai tuoi figli se non ti spernacchiano. Argomenta sui fatti se ne sei capace.

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS