ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Lazio: Inzaghi lancia Caicedo, il girovago del gol che vuole essere titolare

Felipe Caicedo con la maglia dell'Ecuador

Il girovago del gol cerca fissa dimora. E una prestazione coi fiocchi che zittisca gli scettici. Tocca finalmente a Felipe Caicedo che stasera con il Vitesse sarà titolare al posto di Immobile e cercherà di far vedere quanto vale, soprattutto di dare una mano alla Lazio. Nonostante abbia giocato poco, senza far vedere di cosa realmente sia capace, tanti, ancora prima del suo approdo, lo hanno etichettato come futuro bidone. In casa biancoceleste, questa, è quasi una garanzia di successo. Fino ad ora Inzaghi l'ha impiegato con il contagocce, facendogli fare appena cinque minuti con la Spal nella prima giornata e trentacinque nella vittoria esterna a Verona con il Chievo, dove si è mosso anche bene. Il tutto viene completato con i quasi novanta minuti in due gare con la propria nazionale.

RITORNO ALL'ANTICO
Per Caicedo si tratta del debutto assoluto da titolare con la maglia della Lazio, anche se l'ecuadoregno questa sera con il Vitesse giocherà la sua ventiseiesima gara in Europa League, con la curiosità che, insieme a Leiva, e all'infortunato Nani, è l'unico ad avere giocato questa competizione quando ancora si chiamava coppa Uefa. E questo anche perché Felipe è arrivato in Europa giovanissimo, non ancora diciottenne ad agosto del 2006 approdò al Basilea e da lì ha cominciato a girare l'Europa. Su di lui c'erano grandi aspettative, tanto che nel 2008 lo scelse il Manchester City, ma non andò bene e così si trasferì in Portogallo, Spagna, Russia fino agli Emirati Arabi. Adesso la Pantera, il suo soprannome, vuole stupire, ma soprattutto rinascere e prendersi le soddisfazioni che gli sono mancate in questi anni.

IL PRESIDENTE MARCHESE
Alla vigilia del ritorno in Europa, ha ripreso la parola il presidente Claudio Lotito che, a margine della presentazione della Mezza maratona per la pace, ha voluto chiarire alcune cose sul mercato. «Lazio ha speso meno di quanto incassato? Sono cose destituite di fondamento, la Lazio ha speso molto di più. Abbiamo chiuso con un utile importante, significa che tra costi e spese c'è positivo. In più abbiamo comprato due talenti (i portoghesi Neto e Jordao, ndr) che riteniamo tali, poi starà a voi giudicare. Non facciamo come il marchese del grillo, non vendiamo la carbonella a 10 e compriamo la legna a 100. Compriamo la legna a uno e vendiamo a 300». Realistico sul futuro di Inzaghi: «Nel calcio si trovano i calciatori e gli allenatori, non i presidenti. Inzaghi? E' una mia invenzione e sta dando i suoi frutti. Ora ha un contratto che lo lega alla Lazio, poi si vedrà».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Arbitro Chapron perde la testa
Video

Arbitro Chapron perde la testa

  • Intervista a Paolo Barelli di Massimo Caputi

    Intervista a Paolo Barelli di Massimo Caputi

  • Con gli occhi di una campionessa: Sofia Goggia si racconta in 90 secondi

    Con gli occhi di una campionessa: Sofia...

  • Monchi e Baldissoni rientrano a Roma dopo il meeting a Londra

    Monchi e Baldissoni rientrano a Roma dopo il...

  • Andrea Petkovic, show in campo

    Andrea Petkovic, show in campo

  • Machach a Villa Stuart per le visite mediche con il Napoli

    Machach a Villa Stuart per le visite mediche...

  • Roma, Castan a Villa Stuart per le visite mediche con il Cagliari

    Roma, Castan a Villa Stuart per le visite...

  • Panini, presentato il nuovo album dei calciatori

    Panini, presentato il nuovo album dei...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
Greyhair
2017-09-14 14:55:58
Speramo che nun ce sia nessuno vicino a lui quanno esplode!!!
laziouberalles
2017-09-14 17:59:40
Hai ragione,invece con Scicco non avete questo problema.
laziouberalles
2017-09-14 13:19:59
Io ho fiducia in questo giocatore e sicuramente non puo' essere peggio di Djordjevic.A me sembra che abbia velocita',forza fisica,una discreta tecnica e tanta voglia di rifarsi dopo qualche anno non al massimo forse dovuto a situazioni oggettivamente difficili per lui.Potrebbe essere uno di quei giocatori che esplodono tardi e,comunque,Inzaghi lo sapra' far rendere al massimo.
cippalippa
2017-09-14 12:22:09
chiaramente Inzaghi deve gestire i giocatori di seconda fascia che ha in partite che mettano una certa pressione, questa e' perfetta perche' in caso il danno si puo' recuperare. A me piacciono gli allenatori che trovano soluzioni, non scuse. L'anno scorso Conte si e' ritrovato con la stessa squadra disastrosa piu' Kante' e Marcos Alonso, si e' inventato la difesa a 3 (mai vista in UK), ha resuscitato un giocatore morto e sepolto come Moses sulla fascia, ha messo in condizione di giocare bene giocatori come Hazard e Matic che venivano da una stagione disastrosa. Io penso che Inzaghi possa essere questo tipo di allenatore.

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS