ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Lazio, Inzaghi: «Una settimana perfetta»

Lazio, Inzaghi: «Una settimana perfetta»

«Onore a ragazzi, stanno facendo qualcosa di straordinario», dice soddisfatto Simone Inzaghi. «Questa settimana è stata perfetta - abbiamo vinto due trasferte difficili, ora dovremo essere bravi a recuperare energie. Ma se i ragazzi continuano a lavorare in questo modo c'è da ben sperare». Il tecnico biancoceleste si gode Ciro Immobile, oggi autore della quinta doppietta stagionale: «Se mi ricorda il sottoscritto? No, con questi gol mi ricorda mio fratello Pippo - dice ridendo il tecnico biancoceleste -, hanno in comune che fanno tanti gol ma partecipa di più per la squadra. Negli ultimi anni è uno dei cinque attaccanti più forti che abbiamo avuto. Ciro è bravissimo, è generosissimo. Tutta la squadra è a sua disposizione e lui si fa ben volere da tutti». A spianare la strada per il 3-0, completato da Bastos, è stata proprio la doppietta nel primo tempo di Ciro Immobile: «Gli obiettivi - dice il bomber partenopeo - possono cambiare solo se la squadra inizia a montarsi la testa. Io cerco sempre di trasmetterlo durante la settimana, non bisogna mai mollare sul pallone. Arrivare in alto è difficile ma rimanerci ancora di più».

Per lui, già 13 gol in campionato (17 compresi Supercoppa ed Europa League), che lo proiettano in testa alla classifica cannonieri con 3 reti in più di Dybala e al secondo posto tra i top bomber europei alla pari di Falcao e sopra Messi. Per giunta nella settimana del rinnovo fino al 2022: «Sono felice - ammette Immobile - sto veramente bene qui a Roma, la società punta su di me e ringrazio Lotito e Tare per questo». Quanto agli obiettivi, a sbilanciarsi ci pensa Parolo: «Per noi è un sogno la Champions che ci siamo messi nel cassetto dal ritiro di Auronzo. Le prossime tre partite ci diranno se siamo da primissimi posti. Scudetto? Pensiamo gara per gara, possiamo crescere ancora. Se a marzo siamo ancora qui allora sarò il primo a dirlo». Non basta invece il cambio in panchina per evitare al Cagliari la quinta sconfitta consecutiva: «Sapevamo che Lazio era squadra forte e in salute. Siamo venuti qui per giocare e siamo arrivati molte volte in porta. La Lazio ha meritato di vincere ma oggi il risultato è esagerato, alcuni episodi ci sono girati contro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Di Francesco: "Basta chiacchiere e non ho mai parlato di scudetto"
Video

Di Francesco: "Basta chiacchiere e non ho mai parlato di scudetto"

  • Di Francesco: "Schick non è libero con la testa"

    Di Francesco: "Schick non è...

  • Monchi: "La Roma non sta smobilitando, ma ascolto le offerte"

    Monchi: "La Roma non sta smobilitando,...

  • Karsdorp: controlli medici a Villa Stuart

    Karsdorp: controlli medici a Villa Stuart

  • Di Francesco: “Pressioni e mercato possono condizionare i giocatori”

    Di Francesco: “Pressioni e mercato...

  • Costacurta: «Vorrei che negli stadi si...

  • Di Francesco al convegno “Il calcio e chi lo racconta”

    Di Francesco al convegno “Il calcio e...

  • Torino, Damascan il nuovo granata

    Torino, Damascan il nuovo granata

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS