ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Monte San Biagio, piacere di stupire:
partenza con due vittorie in due gare

Monte San Biagio

Due partite, altrettante vittorie e zero gol incassati. Non male per una matricola come il Monte San Biagio, che nelle prime due giornate ha battuto due clienti scomodi come Arpino (fuori) e Terracina (in casa) volando in vetta al girone D in compagnia di Tecchiena e Sora. Entusiasmo contagioso nel paese monticellano, con lo stadio comunale “Aldo Moro” gremito domenica scorsa in occasione del  derby tutto pontino, ma il tecnico Davide De Filippis invita tutti a mantenere i piedi per terra: «Non potevamo chiedere di meglio. Fare l’esordio davanti alla nostra gente contro un club dal grande blasone e vincere è stato il massimo. E’ stata una bella giornata di sport, ci godiamo i tre punti ma il nostro obiettivo rimane sempre la salvezza».

Era un match particolare soprattutto per il direttore sportivo Angelo Scirocchi, che si è trovato di fronte la squadra della sua città. «Noi siamo riusciti a vincere, e credo con merito, anche se nella prima parte non è stato facile perché abbiamo forse sentito l’importanza di una partita storica per tutta la comunità. Tre punti meritati che ci hanno permesso di regalare una grande soddisfazione alla società ed ai nostri tifosi. Siamo al primo anno in Promozione, stiamo portando avanti un programma di crescita graduale a tutti i livelli, che per la prima squadra prevede una salvezza da raggiungere magari senza soffrire. Dobbiamo arrivare a quaranta punti, ne abbiamo fatti già sei: l’avvio è ottimo, anche oltre le previsioni, ma di cammino da fare ce n’è ancora tanto».

Le favorite? «Senza dubbio il Sora che ha allestito un organico di tutto rispetto, ma non vanno dimenticate Itri e Gaeta, che vogliono riscattare la retrocessione dall’Eccellenza, mentre il Monte San Biagio deve andare avanti senza voli pindarici e già la trasferta ciociara contro lo Scalambra Serrone sarà da non sottovalutare”.
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Dimissioni sconosciute: esonerato Ventura, Tavecchio rimane al suo posto. Il commento di Massimo Caputi
Video

Dimissioni sconosciute: esonerato Ventura, Tavecchio rimane al suo posto. Il commento di Massimo Caputi

  • Nicchi: «Noi arbitri al Mondiale ci andiamo comunque»

    Nicchi: «Noi arbitri al Mondiale ci...

  • Gandini: «La Lega di Serie A non è responsabile del fallimento Italia»

    Gandini: «La Lega di Serie A non...

  • Highlights campionato calcio a 5

    Highlights campionato calcio a 5

  • Ministro Lotti: «Il calcio italiano va rifondato»

    Ministro Lotti: «Il calcio italiano va...

  • Malagò: «Fossi in Tavecchio mi dimetterei»

    Malagò: «Fossi in Tavecchio mi...

  • Barzagli: "Abbiamo dato una mazzata al calcio italiano"

    Barzagli: "Abbiamo dato una mazzata al...

  • Italia, la pagina più nera del pallone azzurro: il commento di Massimo Caputi

    Italia, la pagina più nera del...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS