ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, Fazio leader della difesa e quel gol che vale due boati

Foto Eidon

Un gol lungo due, tre, mille minuti. L'arbitro Damato mica si decideva. Dovevate esserci. In palese sbandamento i tifosi, 33 mila cuori a fare ginnastica forsennata, sull'orlo della tachicardia Eusebio Di Francesco. Spaesamento perfino in tribuna stampa. E Fazio. Lì, in bilico sul cornicione dei sentimenti, in un rettangolo ritagliato via dalla realtà. Non sapeva se esultare, piangere, ridere. O come evitare quel martirio. "Vi prego, fatemi sapere...". 

Poi, d'un tratto, il destino si è sciolto. Gol. E, incredibile a pensarci freddamente, i tifosi impazziti a esultare per una seconda volta. Non bastava la prima, esplosa quando il pallone aveva superato la linea bianca. Dev'essere la bellezza (o l'orrore) della Var: un gol, ora, può valere due boati. La Roma, così, ha battuto  il Cagliari all'estremo sussulto. A risolvere la sfida dello stadio Olimpico è stato Fazio, l'eroe della notte. Non segnava dal 9 aprile scorso: addirittura dalla sfida di Bologna della passata stagione. 

Oggi, va detto, se i giallorossi possono andar fieri della migliore difesa d'Italia, molto devono al talento e alla concentrazione dell'argentino. È lui, del resto, la guida del reparto. A pensarci, anche il vicino Manolas spesso ne trae beneficio, almeno sotto il profilo psicologico. Anche questa sera Federico ha offerto una prestazione imbevuta di attenzione e di precisione, di stabilità e di solidità. Poi, ecco, è piovuto quel gol. Di petto, di mano, chi lo sa. Di certo, un gol di volontà. Tanto desiderato, in effetti, in fondo, da valere due esultanze.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Monchi: "La Roma non sta smobilitando, ma ascolto le offerte"
Video

Monchi: "La Roma non sta smobilitando, ma ascolto le offerte"

  • Karsdorp: controlli medici a Villa Stuart

    Karsdorp: controlli medici a Villa Stuart

  • Di Francesco: “Pressioni e mercato possono condizionare i giocatori”

    Di Francesco: “Pressioni e mercato...

  • Costacurta: «Vorrei che negli stadi si...

  • Di Francesco al convegno “Il calcio e chi lo racconta”

    Di Francesco al convegno “Il calcio e...

  • Torino, Damascan il nuovo granata

    Torino, Damascan il nuovo granata

  • Golf for Autism

    Golf for Autism

  • Inzaghi sul Var

    Inzaghi sul Var

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
robertosinga
2017-12-18 18:52:36
Ho visto una Roma di buoni giocatori, ma senza una stella che con un gesto tecnico possa cambiare la partita. Ho l’impressine che sia il risultato di una campagna acquisti di giocatori mediocri e infortunati, con esclusione di Kolarov, che dovrebbe far molto riflettere. Per queste partite ci vorrebbe un giocatore-mercenario-top player. Mi viene in mente Ibrahimovic. Con il soldi spesi per Defrel e il turco, c’è lo potavamo permettere.
piazzadelpopolo
2017-12-18 09:25:14
Proprio forte , basta che nun se fa' pià la mano.....
romana
2017-12-18 13:19:14
..solo se lo prendi di petto però... ;-))
percheiosoioevoinunseteunc...
2017-12-17 17:03:39
Ma... davvero e' stata la partita del secolo giocata da una squadra stratosferica? Non me ne sono accorto. A me e' sembrata una squadra mediocre che ha vinto al 90+4 per una gran botta de c....
picchiodoro2000
2017-12-18 09:16:50
Ma perche' la stavi a guardare se ti rode cosi' tanto. Rosica quaglia, rosica....-5

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS