ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, la medicina contro il mal di gol è una questione di Fede

Roma, la medicina contro il mal di gol è una questione di Fede

C'è stato un periodo in cui il problema della Roma era la Dzekodipendenza. Cioè, squadra troppo ancorata alle reti del bosniaco. Della serie: se non segna lui, non segna nessuno. Un problema. A seguire c'è stato il periodo della Dzekodecadenza. Cioè, nella squadra di Eusebio Di Francesco segnavano tutti tranne il bosniaco. Della serie: te lo avevo detto che era un pippone. Un grosso problema. Poi c'è stata la partita in casa del Chievo in cui davvero non ha segnato nessuno e, a sorpresa, è scattato il ritornello: Quanto manca Salah.

Scoperta la causa del mal di gol giallorosso: l'assenza di Salah, 8 reti di questi tempi lo scorso anno. Già, Salah. Ma che c'entra Salah? Se mai alla Roma stanno mancando i gol di chi è stato preso per giocare (più o meno) al posto dell'egiziano. Cioè Schick in primis poi Defrel (6 reti lo scorso anno di questi tempi...) e anche Cengiz Under. Solo che, come spesso capita, hanno sempre ragione gli assenti, o addirittura gli ex, specie quando si ha voglia di trovare una comoda, scontata soluzione al problema.

Così, dato che Salah ieri sera non poteva scendere in campo, Di Francesco è stato costretto ad impiegare il tridente composto da Dzeko più Schick e Perotti. Curiosità immensa per scoprire l'affidabilità sotto porta avversaria dell'inedito terzetto, chiamato a dare sostanza alle tante potenziali occasioni create sistematicamente dai compagni.
Poca roba, ad esser sinceri, nella prima frazione di gara: Schick a destra, Perotti dall'altra parte e Dzeko al centro. Un paio di lampi, due mezze occasioni e nulla più. E, dato insolito rispetto al recente passato, per la Roma, sotto ritmo e con poca qualità, una scarsa produzione di occasioni anche con 4 punte tutte insieme. Un passo indietro rispetto alle precedenti esibizioni, e questo è un elemento più negativo del presunto o reale mal di gol. Al di là del rigore sbagliato da Perotti nella brutta ripresa.

Solo che il calcio, lo sapete alla perfezione, è una brutta bestia e così, nonostante una prestazione insufficiente, la Roma è riuscita a vincere la partita all'ultimo respiro con il suo Comandante. Fazio, uno dei centrali della miglior difesa del campionato, non un attaccante. Ma cosa interessa chi fa gol? L'importante è che qualcuno li faccia. Si può vincere anche senza Salah, basta avere Fede...
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Monchi: "La Roma non sta smobilitando, ma ascolto le offerte"
Video

Monchi: "La Roma non sta smobilitando, ma ascolto le offerte"

  • Karsdorp: controlli medici a Villa Stuart

    Karsdorp: controlli medici a Villa Stuart

  • Di Francesco: “Pressioni e mercato possono condizionare i giocatori”

    Di Francesco: “Pressioni e mercato...

  • Costacurta: «Vorrei che negli stadi si...

  • Di Francesco al convegno “Il calcio e chi lo racconta”

    Di Francesco al convegno “Il calcio e...

  • Torino, Damascan il nuovo granata

    Torino, Damascan il nuovo granata

  • Golf for Autism

    Golf for Autism

  • Inzaghi sul Var

    Inzaghi sul Var

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 38 commenti presenti
romana
2017-12-18 09:25:10
Bravo calexico...ripeti una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una realtà..la palla è stata colpita dal petto..il braccio era vicino al corpo..
calexico
2017-12-18 11:18:11
vedi,Romana,a forza di riportare l'osso ai padroni americani,si finisce per accettare ingiustizie mistificazioni e falsità. Vi hanno fatto credere di essere ricchi,di vincere qualcosa.... e la dura realtà,invece,qual'è? Che vi rimane solo il calcio d'agosto... costretti a gioire e ad esultare per un golletto al novantasettesimo contro una squadra povera(seppur commovente) di onesti pedalatori. "Eh ma si sono solo difesi e hanno fatto muro",dirà qualcuno. E che dovevano fare? Come diceva qualcuno "Contro le banche bisogna far muro". Saludos
H2SO4
2017-12-17 22:54:30
Oggi più che fede mi è sembrato cu....ore.
papa max roma
2017-12-17 21:08:25
io cercherei di prendere il vecchio iniesta (33 anni .. ) o modric (32) .. credo che il centrocampo della Roma e la verticalizzazione delle azioni offensive migliorerebbero di un bel po' ..
in ore veritas
2017-12-17 19:27:40
Fratelli miei, una questione di Fede? Anche di Speranza e Carità! Saluti blu! *** (; - BdV/Anchise

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS