ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, una difesa di corsa: Monchi cerca le “frecce” per Di Francesco

Una difesa di corsa: Monchi cerca le “frecce” per Di Francesco

Sotto la soglia dei 40 non è mai sceso. Quaranta sono il minimo dei gol che Di Francesco, nei cinque anni trascorsi al Sassuolo, ha subito durante una stagione. E non è un caso che in entrambi i casi abbia centrato i risultati più importanti della sua esperienza emiliana: la promozione in serie A (2012-13) e la qualificazione in Europa League (2015-16). Nelle successive tre annate, dove ha preso 72, 57 e 63 gol, il tecnico abruzzese ha sempre occupato posizioni di bassa metà classifica. Numeri interessanti se confrontati con quanto accaduto in serie A nelle ultime cinque stagioni. In questo periodo chi ha subito 40 o più reti, pur avendo in un paio di casi il miglior attacco del torneo, è riuscito soltanto una volta (la Roma nel 2015-16 con 41) ad arrivare tra le prime tre. Un dato dal quale ripartire anche se le realtà di Sassuolo e Roma sono diverse. La filosofia di Di Francesco, però, è sempre la stessa: «Il mio 4-3-3 rappresenta un calcio propositivo e verticale», ha ricordato mercoledì. E nel presentare l’acquisto di Moreno, ha già lasciato intendere come i giallorossi dovranno abituarsi a giocare con le tre linee strette e compatte ma con la difesa alta: «Essendo la Roma una squadra portata ad attaccare, Hector avrà necessità di coprire tanto campo alle spalle». Tradotto: servono difensori veloci.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 18 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 08:55

Dall'Aglio, il ricordo degli ex compagni: «Era un grande amico»
Video

Dall'Aglio, il ricordo degli ex compagni: «Era un grande amico»

  • Federica Pellegrini al Foro italico: «L'Italia mi mancava»

    Federica Pellegrini al Foro italico:...

  • Monchi: «È strano vedere Totti nei panni di dirigente»

    Monchi: «È strano vedere Totti...

  • Defrel: «Per la Roma ho rifiutato altre offerte. Siamo da scudetto»

    Defrel: «Per la Roma ho rifiutato...

  • Monchi: «Per Mahrez siamo quasi al limite dello sforzo»

    Monchi: «Per Mahrez siamo quasi al...

  • Balotelli e la multa in Ferrari: «La solita Italia, si sta meglio in Francia»

    Balotelli e la multa in Ferrari: «La...

  • Ponza, gelato in mare per Francesco Totti e Simone Inzaghi

    Ponza, gelato in mare per Francesco Totti e...

  • Bolt, niente oro nei 100 metri

    Bolt, niente oro nei 100 metri

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
papa max roma
2017-06-18 16:02:24
caro amico sognatore romanista .. oggi ti trovo piu' pessimista che mai .. ci vuole del tempo perche' la Roma possa diventare una squadra solida e rimanere costantemente ai piu' alti livelli del calcio nazionale e poter partecipare alla Champions .. mi chiedo invece se Manolas, giocatore velocissimo e forse il miglior difensore che abbiamo al momento, rimarra' o se andra' via, allo Zenit o al Chelsea, perche' la Roma sembra non voglia aumentargli il contratto come vorrebbe lui .. e se Di Francesco sapra' reggere gli impegni che gli sono imposti da una squadra e societa' che deve prendere pochi gol se vuole mantenere una tra le prime tre posizioni della serie A .. sono invece certo che i giocatori lo seguiranno, che ci metteranno tutti l' impegno necessario e che sara' una Roma capace ancora di segnare tanti gol nonostante la ormai sicura partenza di Salah .. comunque .. che ti devo dire .. speriamo bene e sempre forza roma ..
sognatore romanista
2017-06-18 10:26:57
Temo che con queste premesse saranno molto pochi i calciatori disposti a dare il fritto ad un allenatore praticamente quasi esordiente... e temo che DiFra si sia cacciato in un gran brutto guaio, perche' allenare la Roma in questo momento e' come essere messo nel recinto delle iene senza armi per difendersi. Monchi e' un altro sabatini, fa fare soldi con le plusvalenze, compra giovani promesse o buoni mezzi calciatori nei mercati piu' accessibili, per poi rivenderli dopo una stagione, visto che in Italia procuratori e ds disponibili a fare business con la logica delle commissioni "collaterali" non mancano mai. La Roma e' prigioniera, caduta nelle mani di affaristi senza scrupoli scelti da Unicredit per fare business sul marchio e sul brand, viene sfruttata per l' affare stadio, ma non avra' mai alcun ritorno di alcun genere per questo, visto che dovra' sempre pagare un affitto, come fa oggi con il Coni. La rubentus e' proprietaria dello stadium di Torino, la Roma non lo sara' mai.
Scioccolade
2017-06-18 18:00:55
aho'! E fortuna che te sei scelto er nicche de "sognatore"... si questo e' un sogno figurete l'incubbi! certo, io, da lazziale, si s'avverasse la meta' der "sogno" tuo sarebbe contento ....
Calmezza
2017-06-18 19:08:42
Scioccolà me sa che hanno capito che nun conviene de sognà... armeno fino a agosto.

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS