Serie A, il calendario: si parte
con Roma-Catania e Atalanta-Lazio
CALCIO
ROMA - Svelato il calendario del nuovo campionato di serie A 2012-2013. Si comincia il 26 agosto (ritorno il 13 gennaio). Ecco le partite della prima gornata: Atalanta-Lazio, Chievo-Bologna, Fiorentina-Udinese, Genoa-Cagliari, Juventus-Parma, Milan-Sampdoria, Palermo-Napoli, Pescara-Inter, Roma-Catania, Siena-Torino.

Guarda il calendario completo

Alla seconda, il 2 settembre, in calendario Inter-Roma e Lazio-Palermo
. Si giocherà alla dodicesima giornata, l'11 novembre (ritorno il 7 aprile 2013), il derby della Capitale Lazio-Roma.

Alla sesta, in programma il 30 settembre (ritorno il 17/2/2013), Juventus-Roma, mentre la Lazio lo stesso giorno affronta il Siena all'Olimpico. I campioni d'Italia incontreranno la Lazio il 18 novembre a Torino (ritorno il 14 aprile). Roma-Milan è incalendario il 22 dicembre (ritorno il12 maggio), mentre i rossoneri incontrano la Lazio il 22 ottobre (ritorno il 3 marzo).

Milan-Juventus si giocherà alla 14/a il 25 novembre (ritorno 21 aprile 2013). L'undicesima giornata di serie A, il 4 novembre (ritorno 30 marzo 2013), vedrà la sfida tra Juventus e Inter, il derby d'Italia. L'ultima giornata del girone di andata (il 7 gennaio 2013, ritorno il 19 maggio) vede in calendario Napoli-Roma e lazio Cagliari.

Il prossimo campionato è caratterizzato dal ritorno di tutti i grandi derby, Milan-Inter, Sampdoria-Genoa, Torino-Juventus, Roma-Lazio. Il primo cade alla settima giornata ed è quello di Milano. Il calendario è stato presentato in una serata televisiva nella sede degli studi di Interactive Group trasmessa in diretta su Sky Sport. Grande parata del gotha calcistico italiano, della dirigenza di club grandi e piccoli, tra suspense e altri sentimenti dovuti alle cronache di questi giorni.

De laurentiis. E non poteva mancare il solito colpo di teatro del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis: l'anno scorso, scontento del calendario, aveva abbandonato le assise facendosi dare un passaggio da un ragazzo in motorino. Questa volta, pur non scappando via, ha attaccato duramente la Lega, subito dopo la compilazione del calendario. «L'ultima giornata di Serie A è a favore di Juventus e Milan: la nostra sfida con la Roma sembra fatta apposta. Evidentemente ci sono figli e figliastri - si è sfogato - La Lega di A sembra tutto tranne che casa nostra, nel calcio si fanno insani errori».

Nella prima giornata la Juventus affronta il Parma, mentre il Milan se la vede con la Sampdoria, l'Inter va invece a Pescara. Nella seconda big match con Inter-Roma e Napoli-Fiorentina. Nella sesta partite importanti con Inter-Fiorentina e Juventus-Roma. Il primo derby mozzafiato si svolgerà il 7 ottobre a Milano con la centenaria sfida all'ombra della Madonnina. L'ottava giornata riserva un grande spettacolo con Juventus-Napoli, sfida di cartello in programma il 21 ottobre. Il 4 novembre sarà la giornata di Juventus-Inter, altra sfida classica e
affascinante. Alla settima giornata, oltre al derby di Roma, il Milan dovrà combattere contro la Fiorentina. Quello di Genova monopolizzerà invece l'attenzione del turno seguente, animato anche da Napoli-Milan. Il 25 novembre toccherà a Milan e Juventus il compito di accendere il campionato. Torna alla 15/a giornata il derby di Torino, grazie alla promozione in Serie A della squadra granata.

«Va bene così, tanto prima o poi si devono incontrare tutte le squadre. Speriamo solo di essere in forma quando incontreremo quelle più forti per affrontarle al meglio». Arriva da New York, dove è prevista l'ultima amichevole della tournee statunitense contro El Salvador, il commento di Zdenek Zeman al sorteggio del calendario della Serie A della sua Roma.

Sul calendario del campionato della Roma si è soffermato anche il capitano, Francesco Totti: «Non si può ancora fare un pronostico, le squadre che affronteremo non sono ancora definitive ad oggi perchè c'è il mercato aperto». «Comunque sono sicuro che affronteremo tutti gli avversari a testa alta» ha concluso il numero 10.

Adriano Galliani non si è sbilanciato più di tanto sul calendario del Milan, scegliendo parole di grande buonsenso: «In un torneo come il nostro non si possono fare troppe previsioni perchè non si può mai dire in quali condizioni sia la squadra e in quale stato di forma siano invece gli avversari».

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora al Il Messaggero.it.

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti
+TUTTE LE FOTOGALLERY DI SPORT