ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Tavecchio si è dimesso: «Pago la scelta di Ventura che non è mia e ora lo sapete tutti»

Tavecchio si è dimesso: «Pago
per Ventura, scelta non mia»

Un plotone di telecamere e microfoni al primo piano del palazzo di via Allegri. Tutti in fila per catturare il discorso di commiato di Carlo Tavecchio alla Figc. In mattinata la decisione di dimettersi in un consiglio federale lampo.
Visibilmente provato l’ex numero uno, con al fianco il dg Michele Uva, ha detto: “Ho dato le dimissioni e come mero atto politico ho chiesto di fare lo stesso al consiglio. Nessuno lo ha fatto. Siamo arrivati ad un punto di speculazione che ha raggiunto limiti impossibili. Stamattina il quadro non era cambiato. La Lega Pro non era con la maggioranza. Quello di stilare un programma lo avevo visto come un fatto positivo di un sistema sportivo che si permette di prendere decisioni gravi quando la serie A e la serie B non ci sono”.

Poi Carlo Tavecchio alza i toni
“Noi riverenze non ne facciamo. Viviamo di mezzi nostri, abbiamo dato 30 milioni al Coni e meno di 50 per la contribuzione che abbiamo usato per la base. Stiamo valutando un insuccesso sportivo. Ieri il numero uno del Coni, Giovanni Malagò ha detto che il ct Gian Piero Ventura è stato scelto da Marcello Lippi. Il mio nome non è stato fatto. Ecco io pago la scelta di Ventura che non è mia e ora lo sapete tutti. Dove sono i risultati delle altre federazioni? Vogliamo parlare dei rapporti internazionali? Chi è andato a Istanbul per parlare? Secondo voi come mai ora abbiamo 4 squadre in Champions? Chi ha fatto queste operazioni? Gli gnomi che sono dietro le scrivanie italiche?. Ho parlato con 4-5 grandi allenatori, sono tutti impegnati. È una falsità, una totale menzogna che non venivano per Tavecchio, ho parlato con tutti”

“Io chiedevo un rinvio di 10 giorni affinché ci fosse anche la serie A a votare. E invece no. C’era bisogno del grande nome del condottiero prima di marzo (data in cui l’Italia giocherà due amichevoli). Io ho parlato con quattro o cinque tecnici...sono tutti impegnati. È una menzogna che non venivano per me”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Roma, Manolas gioca a biliardino con i tifosi
Video

Roma, Manolas gioca a biliardino con i tifosi

  • Nainggolan: «Con Di Francesco tutta la squadra si sente coinvolta»

    Nainggolan: «Con Di Francesco tutta la...

  • Monchi: «Il mercato? Aspettiamo Schick e Emerson»

    Monchi: «Il mercato? Aspettiamo Schick...

  • Roma-Qarabag 1-0, giallorossi agli ottavi: il videocommento di Ugo Trani

    Roma-Qarabag 1-0, giallorossi agli ottavi:...

  • Mattarella incontra i campioni della scherma paralimpica

    Mattarella incontra i campioni della scherma...

  • Juventus, Barzagli: «Con l'Olympiacos gara fondamentale»

    Juventus, Barzagli: «Con...

  • Lazio, Inzaghi parla del Var

    Lazio, Inzaghi parla del Var

  • La Roma si allena alla vigilia del Qarabag

    La Roma si allena alla vigilia del Qarabag

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 21 commenti presenti
arnol
2017-11-21 15:38:02
Dai commenti scopro che a cose fatte tutti sono professori , tecnici o scienziati del gioco del calcio , vorrei tranquillamente portarvi nei Casino` dove vado a giocare a Poker o Blackjack per vedere la vostra bravura nel predire il futuro , naturalmente prima che le carte vengano scoperte , io ci riesco abbastanza e non mi posso lamentare ,…..!!!! .....siete patetici e vi meritate di essere sottoposti alle indottrinazioni Marxiste a cui siete esposti tutti i giorni e questa e` solo una piccola parte delle fregature che vi state prendendo dai Catto-comi.........!!! Non che non sia d’accordo con le dimissioni di Tavecchio , ma debbo dire che e` piu` per i suoi interessi che per quelli della Federazione……la Federazione la vogliono i Catto-comunisti in preparazione alle loro perdite elettorali , il controllo della macchina Governativa deve essere esclusivamente nelle loro mani , ….Rai , Magistratura , FIGC , Polizia , Carceri , Giustizia , Banche , Prefetti , Coni , ecc…ecc….con i loro uomini al controllo dei bottoni non hanno bisogno di vincere le elezioni …..!!!
LUPOBIANCO62
2017-11-21 09:23:52
Se veramente non è stato lui a scegliere Ventura, beh... PEGGIO MI SENTO! Allora è proprio sacrosanto che vada via. Italia esiste questo malcostume di erogare stipendi da responsabili a chi poi si sottrae alle responsabilità: nella sua veste si può chiedere la consulenza per una decisione ma alla fine la responsabilità deve appartenere a chi sta a capo. Nel mondo civilizzato è il capo che paga per gli errori del subalterno perchè è lui che gli assegna il compito ed è sempre lui che deve vigilare sul suo operato... per questo c'è differenza di stipendio. Nell'industria i dirigenti non timbrano il cartellino perchè la loro responsabilità va oltre l'orario d'ufficio e questo a differenza del semplice impiegato
Scioccolade
2017-11-21 08:39:39
questo inverecondo balletto dà il segno della crisi in cui è precipitata l'istituzione calcio. E' molto peggio di Italia Svezia, che ci può stare perché è un responso del campo, per quanto negativo, ma la palla, si sa, è rotonda. Potevano dire "si', ho contribuito alla scelta di Ventura, sembrava la persona giusta, mi sono /ci siamo sbagliati". Sarebbe stato dignitoso. E invece fanno come i bambini. "E' stato lui" "no, lui". Che pena, davvero
marimbarza
2017-11-20 23:49:41
Sig. Tavecchio Lei in conferenza stampa, quella odierna, cita il palo che non avrebbe permesso alla nostra nazionale di qualificarsi x i mondiali come causa x la quale Lei si è dimesso. Credo che lo stesso discorso valga x l'allenatore (indipendentemente da meriti e/o demeriti), per cui se lei che è a capo di un progetto fallito licenzia l'allenatore, DEVE, in quanto responsabile del progetto stesso, rassegnare le proprie dimissioni. Per ciò che mi riguarda lei ha atteso fin troppo a farlo. Ora spero che seguano anche le dimissioni di tutti quei parrucconi ipocriti che speculano sul nostro calcio, che se ne fregano della nazionale x poi piangere x tutti i milioni di euro svaniti x il movimento calcistico (e x le loro tasche) a causa della esclusione mondiale
arnol
2017-11-20 20:14:13
La tragedia della non qualificazione e` la diretta conseguenza della Politica stile Roma Imperiale , appena volti le spalle i coltelli iniziano a scintillare a destra e a manca. La FGIC si e` dimostrata incapace di sostenere Tavecchio perche` ha sempre voluto le sue dimissioni , lo scherzetto di Ventura secondo me` e` stato un “Biscotto” per sabotare Tavecchio , Ventura ha messo in campo una squadra a “PERDERE “ consapevole del risultato che avrebbe conseguito…..!!!! Tavecchio era scomodo e hanno trovato la maniera per destituirlo….!!!! Si guarda all’allenatore come a colui che dovrebbe risolvere i problemi del calcio Italiano ma qualunque sia la scelta che faranno si dimostrera` perdente perche` non sono le facciate che potranno risolvere i problemi ma sono i contenuti di fondo che faranno la differenza , e i contenuti riguardano gli investimenti strutturali e quelli sulla nostra RICCHEZZA UMANA che e` stata costretta a subire il ruolo di comparsa e non quella da Protagonista come i nostri giovani si meritano . Il nostro calcio ha perso lustro e da primo nel mondo e` ora al sesto o settimo posto con tutte conseguenze economiche che ne derivano. I Catto-Comunisti stanno lavorando su come trasformare il gioco del calcio in un mezzo che favorisca le loro ideologie di Internazionalismo Socialista ,….. trasformare il tessuto Sociale Italiano da refrattario a favorevole alle loro idee non e` compito facile ed il gioco del calcio e` come la RAI Radio Televisione Italiana , che assieme alla Pedagogia nelle elementari sono dei vettori molto importanti di messaggi sublimali di indottrinazione delle masse…..

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS