ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Torino, Mihajlovic: «Lazio e Napoli più forti di noi ma ci proviamo»

Mihajlovic: «Lazio e Napoli più forti di noi ma ci proviamo»

Per il Torino, che ha pareggiato le ultime 4 partite, «questo è il momento di stringere i denti. Poi verrà il tempo in cui rimetteremo la freccia e ripartiremo. Il campionato è ancora lungo, la classifica resta corta, ora l'imperativo è di stare attaccati al gruppo». Così Sinisa Mihajlovic alla vigilia del posticipo con la Lazio, all'Olimpico di Roma. «Vorrei sempre vincere e avevo costruito una squadra ancora più offensiva dell'anno scorso - ha spiegato il tecnico granata - ma un un allenatore deve avere l'intelligenza di capire quando deve adattarsi alle situazioni e ai giocatori. C'era bisogno di essere più coperti, di ridare compattezza e solidità alla squadra, i tifosi hanno il diritto di fischiare e i giornalisti quando criticano fanno il loro dovere, ma il Toro sta meglio di un mese fa e io so che tra un mese starà ancora meglio».

Lazio e Napoli, prossime avversarie del Torino domani e sabato, «sono più forti e l'hanno dimostrato lungo tutto il campionato. Ma possiamo fare risultato. Certo, dovremo giocare una grande partita ed essere più cinici in attacco». Ancora senza Niang, infortunato, Mihajlovic spera in un risveglio di Belotti e in maggior continuità da parte di Ljajic: «Purtroppo - è l'amaro commento del tecnico granata - Niang non ha mai fatto la differenza, Ljajic gioca una partita all'altezza e l'altra no, e Belotti è rimasto tanto fuori, segnando solo tre gol». Sulla carta, la Lazio è un ostacolo molto alto per i granata: «È forse la squadra più sorprendente della stagione - è il giudizio di Mihajlovic - sta lottando per la Champions, ha passato il turno in Europa League, rivelandosi completa in tutti i reparti, preparata bene. Forse le manca qualche punto rispetto a quelli che avrebbe meritato, ma piccoli difetti li ha e giocheremo su quelli». Mihajlovic preannuncia un acquisto a gennaio: «Dobbiamo sicuramente prendere un vice di Belotti, sperando di non averne mai bisogno. Sceglieremo tra un giocatore esperto che si adatti a stare in panchina e un giovane. Purtroppo - conclude - Sadiq non ha dimostrato di essere ancora a certi livelli».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Intervista a Paolo Barelli di Massimo Caputi
Video

Intervista a Paolo Barelli di Massimo Caputi

  • Con gli occhi di una campionessa: Sofia Goggia si racconta in 90 secondi

    Con gli occhi di una campionessa: Sofia...

  • Monchi e Baldissoni rientrano a Roma dopo il meeting a Londra

    Monchi e Baldissoni rientrano a Roma dopo il...

  • Andrea Petkovic, show in campo

    Andrea Petkovic, show in campo

  • Machach a Villa Stuart per le visite mediche con il Napoli

    Machach a Villa Stuart per le visite mediche...

  • Roma, Castan a Villa Stuart per le visite mediche con il Cagliari

    Roma, Castan a Villa Stuart per le visite...

  • Panini, presentato il nuovo album dei calciatori

    Panini, presentato il nuovo album dei...

  • Lazio, Lotito: “Investiamo sulla storia. Siamo un esempio”

    Lazio, Lotito: “Investiamo sulla...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS