Formula 1, la Ferrari parte fortissimo
Alonso domina i test, la Red Bull insegue
immagine Formula 1, la Ferrari parte fortissimo
Alonso domina i test, la Red Bull insegue
FORMULA1
ROMA - Tanti, tanti giri e il miglior tempo di giornata ad un soffio da quello assoluto fatto registrare ieri dalla McLaren di Sergio Perez.
È andato via così l'ultimo turno di questa sessione di test a Barcellona per Fernando Alonso, che sul circuito di Montmelò ha messo tutti dietro alla sua Ferrari F138 con un bel 1'21.875. Tutti in fila dietro allo spagnolo a partire dalla Sauber di Nico Hulkenberg seconda (1'22.160) davanti alla Lotus di Romain Grosjean (1'22.188) e alla Mercedes di Nico Rosberg (1'22.611). Solo settima la McLaren guidata da Jenson Button (1'22.840) e ancora peggio, nona, la Red Bull di Mark Webber (1'23.024). Prima di consegnare la F138 nelle mani del compagno di squadra Felipe Massa, Alonso ha voluto lasciare il segno a Montemelò dove domani si concluderà la quattro giorni di prove in vista della stagione 2013 che prenderà il via il 17 marzo con il Gran Premio d'Australia all'Albert Park di Melbourne. Prestazione messa a segno dallo spagnolo del team di Maranello questa mattina con gomme morbide, mentre nel pomeriggio la maggior parte delle squadre si è dedicata alla simulazione di un Gran Premio più che alla ricerca del miglior tempo cronometrico. Finale targato Alonso, dunque, che fa ben sperare i tifosi della Rossa ricordando anche le prime impressioni positive dello spagnolo sulla F138: «Oggi - ha affermato lo spagnolo come riporta il sito media della Ferrari - ci siamo concentrati sulla comparazione delle mescole, iniziando con le soft per poi passare alle hard nel pomeriggio. La pista era più fredda di ieri, soprattutto al mattino, e la mancanza di grip ha reso più complicato il lavoro di ricerca del set-up più adatto. Abbiamo provato diverse configurazioni aerodinamiche e per la prima volta abbiamo apportato qualche modifica all'assetto per comprendere meglio il rendimento e il degrado degli pneumatici. Ad ogni modifica la vettura ha reagito nella maniera in cui mi aspettavo ed è stato utile fare un paragone tra le diverse soluzioni, soprattutto per capire la direzione da prendere la prossima settimana, quando ci concentreremo maggiormente sulle prestazioni. Le gomme - aggiunge Alonso - saranno ancora una volta uno degli aspetti cruciali da gestire anche per questa stagione: sono più morbide e più veloci ma anche meno costanti, e subiscono un rapido degrado ad ogni giro. Bisognerà lavorare molto per capire come bilanciare al meglio la vettura anche se questo vale per tutte le squadre».

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora al Il Messaggero.it.

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti