ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma-Atletico Madrid 0-0
i giallorossi debuttano con un punto

Roma-Atletico Madrid 0-0
I giallorossi debuttano con un punto

La Roma fa il suo e si prende il primo punto in questa edizione della Champions. Lo 0 a 0 contro l'Atletico, anche se sofferto, è di sostanza. Più di quanto si possa pensare, soprattutto vedendo la Sud applaudire a scena aperta, gridando forte il suo nome, il portiere Alisson, il migliore nella notte all'Olimpico. Il risultato vale perché, davanti ai giallorossi, si è presentato l'Atletico, capace di chiudere, nelle ultime quattro stagioni, sempre in testa la prima fase. E comunque più esperto a livello internazionale, come sa anche il presidente Pallotta, in tribuna all'Olimpico accanto a Totti. Nel primo tempo Di Francesco si è giocato alla pari il match con Simeone e ha visto la sua squadra, la stessa di Bergamo contro l'Atalanta e dell'unica vittoria stagionale, prendersi a lungo l'iniziativa. L'arbitro Mazic ha anche negato il rigore più evidente della serata ai giallorossi, fallo di mano di Vietto su cross di Perotti. Manolas superman, scivolata sulla linea per negare il vantaggio a Koke, e Alisson bravissimo su Griezmann, nella stessa azione.
 

 

NOVITA' IN CORSA
L'Atletico è stato più propositivo nella ripresa, anche per l'ingresso di Correa e Carrasco e per il calo dei giallorossi, simile a quello avuto dopo 70 minuti contro l'Inter lo scorso 26 agosto. Simeone ha provato a vincere la sfida, Di Francesco ha deciso di non perderla. Dal 4-3-3 (4-1-4-1 in fase di non possesso palla) è passato al 5-3-2 (3-5-2 quando Peres e Kolarov si sono alzati in linea con i centrocampisti), dopo le parate di Alisson su Vietto e Correa. Più presenze al centro, presidiando comunque la fasce. Altro che integralista. Quando la squadra è in difficoltà, l'allenatore sa che cosa fare. E come guidarla fuori dal guado. La mossa ha funzionato, anche se, sull'ultimo corner, Alisson ha fatto il miracolo sul colpo di testa di Saul che poi ha colpito il palo.
 

SENZA GOL
L'attacco della Roma fa ancora cilecca in Champions. L'ultima rete è quella di Dzeko contro il Barça, il 24 novembre del 2015 al Camp Nou, la notte dell'umiliante 6 a 1 firmato da Luis Enrique. Il centravanti ha avuto solo una chance davanti a Oblak e l'ha sprecata, ha preso pure qualche fischio quando nel finale è stato sostituito, in campo El Shaarawy. Ma ha lavorato nel pressing, si è sacrificato. Pensando più al gruppo che a se stesso. E permettendo alla Roma di non cadere proprio nella sera del debutto di Di Francesco in Champions. Il Chlesea già comanda il gruppo C, umiliato il Qarabag. Ma i giallorossi si piazzano in classifica accanto all'Atletico. E non è poco.

LEGGI LA CRONACA
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 12 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2017 07:00

Pellegrini incontra i tifosi nel Roma Store di Via del Corso
Video

Pellegrini incontra i tifosi nel Roma Store di Via del Corso

  • Genoa-Lazio, videocommento di Emiliano Bernardini

    Genoa-Lazio, videocommento di Emiliano...

  • Dopo l'Europa nessuna sorpresa, mercoledì il big match Lazio-Napoli. Il videocommento di Massimo Caputi

    Dopo l'Europa nessuna sorpresa,...

  • Roma-Verona 3-0: il videocommento di Ugo Trani

    Roma-Verona 3-0: il videocommento di Ugo...

  • Di Francesco ironico con D'Alema: "Chiederò a lui come si fa a vincere..."

    Di Francesco ironico con D'Alema:...

  • Di Francesco: "Dzeko deve mettersi più a disposizione del collettivo"

    Di Francesco: "Dzeko deve mettersi...

  • Lazio, allenamento a Formello prima della partenza per l'Olanda

    Lazio, allenamento a Formello prima della...

  • Roma-Atletico Madrid 0-0: il videocommento di Ugo Trani

    Roma-Atletico Madrid 0-0: il videocommento...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
romana
2017-09-13 10:15:24
Preso...con grande fatica..un puntarello d'oro contro una delle più' forti squadre europee, che veleggia costantemente tra finali e semifinali di CL . La pipparsugo..San Alisson...ha fatto svariati miracoli...ma non credo si ripeterà a casa dell'Atletico... al 60esimo crolliamo fisicamente...sempre..inesorabilmente..ma ho notato con piacere il cambiamento di modulo del caro Di Francesco..non so a voi..ma ma me fa tanta tanta tenerezza... passato alla difesa a tre..la squadra si è un po' rianimata...manca un rigore per tocco di mano..ma non so cosa sarebbe successo nell'eventualità fossimo passati in vantaggio..pe me ce se magnavano...quando raggiungeremo una buona condizione atletica?..mma...chi può dirlo..e speriamo che Schick riuscirà a dare un po' di peso a questo attacco asfittico...Dgekone er sellerone lo vedo messo male...possibilità di passare il turno? 1%...speriamo di andare in EL...:-(((
lyon
2017-09-13 11:14:54
comunque se la partita fosse stata Juventus-Atletico 0-0 oppure Napoli-Atletico 0-0, i giornali avrebbero scritto: tenuto botto alla coazzata del Cholo, oppure: "all'altezza dei grandi di Spagna" oppure: Cuore e grinta, pareggio di ferro. Insomma, vedrebbero il lato positivo. Invece purtroppo noi vediamo i lati negativi, che sono alcuni, ma bisogna solo mettere le pedine al posto giusto, togliere Dzeko, inserire Shick, Under all'ala destra, Kardosrp al posto di Peres e un centrocamposta decente (Gonalons??) al posto del barbetta che non gliela fa a giocare 3 partite in 9 giorni...
Alberone
2017-09-13 14:15:12
Vero...tutta la stampa scatenata contro questa squadra di fenomeni...nessuno ad esempio ha parlato del piede sopraffino di Defrel e delle qualità di Peres e di Juan Jesus. Avrebbero dovuto dire che certi giocatori sono impresentabili a certi livelli.
sognatore romanista
2017-09-13 14:53:56
Verissimo! Brunoperes, JJ e Defrel sono buoni per fare numero quando si gioca a beach soccer... sono delle strapippe galattiche!
lyon
2017-09-13 09:31:26
Purtroppo vedo il bicchiere mezzo vuoto. In casa bisogna vincerle per pasare il turno, visto che a Londra e a Madrid massimo un punto faremo. Avevo detto di fare catenaccio 9-1-1, ma anche di giocare con intelligenza. Qui senza un altro centrocampista si soffrirà sempre. Come fa il Barcellona con il 4-3-3 a gestire le partite? Ha i tre centrocampisti con i piedi buoni che nascondono la palla, e nessuno dei nostri tre riescono a farlo, un pò De Rossi. Adesso sabato vorrei vedere Gonalons, Under e Pellegrini, sarà possibile????

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS