ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, Di Francesco: «Con il lavoro miglioreremo, forse paghiamo la tournée estiva»

Roma, Di Francesco: «Con il lavoro miglioreremo, forse paghiamo la tournée estiva»

«Dopo 60' siamo andati in grande sofferenza, abbiamo cercato di non buttare mai la palla, abbiamo una squadra che ha qualità tecnica, ma non dobbiamo regalare certi errori agli avversari. Abbiamo un grande portiere, che si è fatto valere, Alisson è stato determinante. Perché non abbiamo ancora i 90' nelle gambe me lo chiedo anch'io, probabilmente paghiamo la tourneé estiva.' Perotti, Juan Jesus hanno qualcosa in più e hanno fatto il ritiro con me. Con il lavoro e la continuità, i ragazzi riusciranno a migliorare la condizione fisica, che oggi è stata determinante». Così, parlando a Mediaset premium, Eusebio Di Francesco ha commentato il pareggio senza gol con l'Atletico Madrid.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Costacurta: «Vorrei che negli stadi si cantasse l’inno anche di altre nazionali»

  • Di Francesco al convegno “Il calcio e chi lo racconta”

    Di Francesco al convegno “Il calcio e...

  • Torino, Damascan il nuovo granata

    Torino, Damascan il nuovo granata

  • Golf for Autism

    Golf for Autism

  • Inzaghi sul Var

    Inzaghi sul Var

  • Arbitro Chapron perde la testa

    Arbitro Chapron perde la testa

  • Intervista a Paolo Barelli di Massimo Caputi

    Intervista a Paolo Barelli di Massimo Caputi

  • Con gli occhi di una campionessa: Sofia Goggia si racconta in 90 secondi

    Con gli occhi di una campionessa: Sofia...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
lyon
2017-09-13 14:16:27
E no, la Laziese il catenaccio lo fa per natura. L'Atletico lo fa quando gioca con squadre forti, ed infatti iri sera dopo il primo tempo si e' accorta che giocava contro una squadra "in costruzione" , fisicamente "ancora in preparazione" con una identità "in preparazione" con uno stadio "in preparazione", e per questo che ha abbandonato il catenaccio e quasi gliela fa a vincere. Non puoi fare catenaccio/contropiede se avanti hai uno zombie come Dzeko. Ci vuole anzi ci voleva un Lacazette. Continuo a pensare che se Dzeko si accomoda in panchina, si mette Shick al centro, Perotti da una parte e Under o Florenzi dall'altra, potremmo anche giocare in contropiede. Ieri vedevo Defrel e pensavo: ma come, non era meglio tenerci...Gervihno?
vincenzone
2017-09-13 11:51:30
Gli farebbe bene parlare di meno e riflettere di piu'. Pensare a come assecondare la difesa ed il duo Dzeco-Schick, Ripeto ancora una volta : far giocare secondo le caratteristiche del calciatore, senza snaturarle. Parlare con tutti ma soprattutto col ninja e strootman per impostare il modulo migliore. Che non mi sembra il 4-3-3.
romana
2017-09-13 11:01:24
L'inutile ed assurda tournee estiva...ma anche, come ha ben specificato il Ninja a fine partita, la difficoltà della squadra ad entrare nei meccanismi del gioco del caro Di Francesco...che quando lo guarda..me se strigne er core..porello...:-((
vincenzone
2017-09-13 14:57:56
non ti preoccupare: unoe mezzo l'anno di ingaggio lo resuscitano cmq
lyon
2017-09-13 09:28:37
Forse pagate la tournee estiva? Forse? Ma non sarebbe meglio farvi 3 settimane sulle Dolomiti e dopo, solo dopo, andare negli States? Boh Dopo 60 minuti non si reggono in pidi, e ure il 4-3-3 qavrebbe bisogno di un attaccante che ritorni ad aiutare a centrocampo dove sono solo 3, invece abbiamo Dzeko che e' un armadio pesante. A sto punto metto Shick centrale e Under e Perotti ai lati ad aiutare, altrimenti ogni squadra che va densità a centrocampo controlla la partita. Col 5-3-2 un pò meglio, anche 'Atletico era stanco. Ma si sa che e' una situazione provvisoria, io farei 4-4-2 che attaccanti diventa 4-2-4 e difendendo fa 4-5-1 come fa il Cholito.

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS