ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Lazio, Lotito: «Roma ancora senza stadi per miopia politica»

Lotito: «Roma ancora senza stadi per miopia politica»

Claudio Lotito non ci sta. «Perché la Lazio ha speso meno di quanto incassato? Queste sono dichiarazioni sono destituite di fondamento, ha speso molto di più». Così ha detto il numero uno biancoceleste, a margine della presentazione della "Mezza Maratona per la Pace", in programma il 17 settembre per le strade di Roma. Il presidente, soddisfatto per il positivo inizio di stagione, è tornato a parlare del marcato estivo: «Ho detto di avere concluso con un utile? Sì, ma l’utile del bilancio è composto da varie componenti, l’aspetto economico, quello finanziario, che può significare ricorrere o meno all’ausilio di proventi esterni – ha dichiarato Lotito -. La Lazio chiude con un utile importante, significa che tra costi e spese c’è un delta positivo. Ma non è solo per la spesa dei giocatori, va aggiunto il monte stipendi e altre componenti come la gestione quotidiana. Se spendi 30 milioni per un giocatore e fa un contratto per 5 anni, bisogna tenere in considerazione anche l’ammortamento. A meno che non sia una cosa legata a un servizio, ad esempio un prestito. Quello che dite quindi è totalmente falso».

Stadio. Sulla possibilità di avere uno stadio di proprietà, il numero uno della Lazio ha detto: «Non c’è nessun dialogo, lo abbiamo fatto all'epoca e siamo stati rimandati indietro. La miopia politica ha portato al fatto che Roma non abbia squadre con stadi di proprietà».

Talenti. In merito alle operazioni portate a termine dal direttore sportivo Igli Tare, il presidente ha ammesso: «Abbiamo comprato due talenti (Bruno Jordao e Pedro neto, ndr). Hanno un costo importante. Abbiamo acquisito una serie di giocatori di esperienza e qualità tecnica. Non facciamo come il marchese del grillo, non vendiamo la carbonella a 10 e compriamo la legna a 100. Compriamo la legna a uno e la vendiamo a 300». Sull’esplosione di Luis Alberto ha poi aggiunto: «Se me lo aspettavo così? Lo abbiamo preso per questo. Non è che compriamo con l’estrazione del lotto».

Aspettative. Dopo la conquista della Supercoppa contro la Juventus e la vittoria per 4-1 con il Milan, nell’ambiente si respira un’aria positiva. «Il tifoso della Lazio deve essere paziente e fiducioso nell’operato di chi amministra la società, secondo una logica del padre famiglia, spendere quello che puoi – ha ricordato Lotito -. E parlo di spesa, non di sperpero. Di investimenti. Mi auguro che il tifoso faccia questo, cosa che sta accadendo soprattutto nella Curva, che ringrazio per aver preso coscienza dell’operato di questa gestione, che non dimentica che la Lazio va amministrat non solo dal punto di vista storico sportivo. Devo coltivare patrimoni e sentimenti comuni di tutti i laziali, che devono essere preservati e tramandati. Sto cercando di mettere la Lazio nella condizione di essere auto-consistente e questo sta accadendo».


Inzaghi e il futuro. «Inzaghi piace alla Juve? Nel calcio si trovano i giocatori, gli allenatori, ma non i presidenti. La cosa più importante è avere un presidente-tifoso e non un tifoso-presidente, altrimenti si rischia quanto successo finora in tante squadre. Noi abbiamo la capacità di portare alla ribalta le persone grazie al lavoro di tutti. Inzaghi è una mia invenzione, l'ho portato nelle giovanili e ora sta dando i suoi frutti. Voi avete la capacità di attribuire il merito solo a una persona, ma non esistono maghi. Io riesco a fare le cose perché c'è un gruppo di lavoro: il direttore sportivo (Igli Tare, ndc), per esempio, si è rivelato una delle persone più efficienti e capaci, come avevo previsto. Il futuro di Inzaghi? Per ora ha un contratto con la Lazio, poi si vedrà»


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 13 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 19:27

Pellegrini incontra i tifosi nel Roma Store di Via del Corso
Video

Pellegrini incontra i tifosi nel Roma Store di Via del Corso

  • Genoa-Lazio, videocommento di Emiliano Bernardini

    Genoa-Lazio, videocommento di Emiliano...

  • Dopo l'Europa nessuna sorpresa, mercoledì il big match Lazio-Napoli. Il videocommento di Massimo Caputi

    Dopo l'Europa nessuna sorpresa,...

  • Roma-Verona 3-0: il videocommento di Ugo Trani

    Roma-Verona 3-0: il videocommento di Ugo...

  • Di Francesco ironico con D'Alema: "Chiederò a lui come si fa a vincere..."

    Di Francesco ironico con D'Alema:...

  • Di Francesco: "Dzeko deve mettersi più a disposizione del collettivo"

    Di Francesco: "Dzeko deve mettersi...

  • Lazio, allenamento a Formello prima della partenza per l'Olanda

    Lazio, allenamento a Formello prima della...

  • Roma-Atletico Madrid 0-0: il videocommento di Ugo Trani

    Roma-Atletico Madrid 0-0: il videocommento...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 24 commenti presenti
AnvediQuesti
2017-09-13 15:03:58
luigi65: la SS Lazio SPA, cosi' come l'AS Roma SPA, la Juventus FC SPA, etc, sono societa' per azioni quotate in borsa. I loro bilanci (di esercizio e consolidato) sono pubblici e depositati annualmente presso il Registro Imprese della Camera di Commercio. Le risposte alle tue domande sono contenute nei bilanci: puoi richiederli e leggerteli. Secondo me, Lotito nella parte riguardante il bilancio ha fatto un discorso piu' che giusto che la massa di tifosi ignoranti non potra' mai capire: il bilancio di una societa' non e' composto solo da quello che compri e quello che vendi, ma anche da altri fattori. Quindi il calcolo che tanti tifosi - di tutte le squadre - fanno durante l'estate (ovvero, ho venduto questo e quello per un totale di 50 milioni ora voglio un giocatore che costi 50 milioni) e' una gran fesseria, non esiste, e' solo frutto dell'ignoranza. La tua frase " e soprattutto perchè non ci dice quanto prendono le sue aziende per Formello?" dovresti poi spiegarla bene perche' non si capisce cosa voglia dire. Per il resto, sono invece di disaccordo con Lotito e d'accordo con Alberone che ha commentato qui sotto: a Roma ci sono gia' non uno ma DUE stadi, quindi altri non ne servono. Se poi vogliono costruire uno due tre o quaranta stadi privati di proprieta' delle societa' calcistiche, allora lo facessero in zone prima di tutto sicure, e poi ben servite da mezzi pubblici e rete stradale. E se non esistono zone del genere, bene, che vengano migliorai sia i mezzi pubblici che la rete stradale. PS: non sono ne' laziale ne' romanista e ne' vivo piu' a Roma. Auguri.
laziouberalles
2017-09-13 14:30:23
E' chiaro che Pallotta e Lotito vogliano speculare,ma uno dei motivi delle difficolta' per costruire gli stadi di proprieta' e' la perdita dell'affitto che Roma e Lazio pagano al Coni(un dinosauro sportivo che esiste solo in Italia rispetto al resto dell'Europa).E poi si sa che con la costruzione dello stadio della Lazio ci guadagnerebbe solo Lotito e questo alle varie mafie locali non sta bene.Lo stesso discorso con lo stadio di Tordivalle.Diciamoci la verita';in Italia c'e' troppa corruzione e se non si divide la torta con altri magna magna non si va avanti(milioni sprecati nel passato per costruzioni inutili e mai completate ne sono la prova). Lotito non e' un santo ma,di certo,on fa magna i magna magna di politici ed amministratori locali.
cippalippa
2017-09-13 14:35:50
te l'ha spiegato ma non hai capito, ha detto che ci sono varie voci a bilancio non solo i proventi della compravendita dei giocatori, la somma di tutte queste voci ha portato ad un utile consistente, esattamente quello che io, tifoso della Lazio, mi aspetto dalla dirigenza. Sulla gestione del mercato degli ultimi anni posso solo ringraziarli. Punto.
steninigio
2017-09-13 14:08:13
Lotito voleva fare il suo stadio sulla Tiberina, in area di esondazione del Tevere, per questo hanno bocciato il progetto. Anche la Roma vuol fare il suo stadio in area di esondazione, ma almeno ha previsto delle opere per mettere in sicurezza sia l'area dello stadio che i quarteri vicini.. E comunque secondo me le aree a rischio di esondazione devono rimanere libere da costruzioni, se no si fa fine che hanno fatto Genova e ieri Livorno.
Alberone
2017-09-13 13:45:49
Roma ha DUE stadi caro Presidente. Parli con Jimmy e mettetevi d'accordo: a una il Flaminio e a una l'Olimpico....mettereste il Comune e il Coni con le spalle al muro; siccome anche voi volete speculare e guadagnare non lo farete mai. Allora non date tutte le colpe alla politica, che già ne ha da vendere.

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS