ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Rosberg: «La Red Bull è l'anti-Mercedes. La Ferrari? Lontana»

Rosberg: «La Red Bull è l'anti-Mercedes. La Ferrari? Lontana»

La Mercedes in pole per il titolo e la Red Bull principale minaccia, mentre per la Ferrari «la strada è ancora lunga». È la griglia di partenza del Mondiale 2017 di Formula 1 secondo Nico Rosberg. Il tedesco si è ritirato pochi giorni dopo avere coronato il suo sogno iridato e ora si appresta a vivere la sua prima stagione da spettatore. La Mercedes ha puntato su Valtteri Bottas per sostituirlo, ma il finlandese dovrà fare i conti con la voglia di riscatto del suo nuovo compagno di squadra Lewis Hamilton. Ed è proprio dalla nuova line-up e dalle ambizioni del team iridato che parte l'analisi di Rosberg, padrone di casa a Montecarlo in occasione dei Laureus World Sports Awards, la notte degli Oscar dello sport che andrà in scena domani. «La Mercedes è un team incredibile, finora il migliore, e ha ottime possibilità di essere davanti anche il prossimo anno. Ma ora bisogna ripartire da zero con la macchina per via delle nuove regole e nessuno può prevedere come andranno le cose, quindi sarà una stagione interessante», dice in conferenza il tedesco, ambasciatore Laureus e in lizza per il premio come rivelazione dell'anno.

La sua eredità potrà essere subito raccolta da Bottas? Rosberg frena: «È un pilota con un grande talento e la Mercedes gli darà un'ottima macchina, ma non sarà facile per lui in un nuovo team e con un compagno di squadra fortissimo come Lewis. Io comunque sarò neutrale, non rivelerò i segreti di Hamilton», dice abbozzando un sorriso. In ogni caso, Rosberg non si aspetta un dominio incontrastato della Mercedes. «Tanti team avranno una grande opportunità con le nuove regole, a cominciare dalla Red Bull con Ricciardo e Verstappen. Non dimentichiamoci che il connubio fra Adrian Newey (direttore tecnico della Red Bull, ndr) e le nuove regole è sempre stato incredibile, quindi sarà interessante vederli all'opera». E la Ferrari? Secondo Rosberg «è ancora lunga la strada» che dovrà fare la Rossa per tornare a vincere il Mondiale. «Se fa un lavoro speciale con la nuova macchina non è detto che non possa tornare a vincere, ma secondo me in questo momento la Ferrari non è il miglior team in circolazione», dice a chiare lettere Rosberg, secondo il quale un futuro in Mercedes per Sebastian Vettel sarebbe la scelta più logica in caso di divorzio dalla Ferrari alla fine della prossima stagione: «Mi sembra una cosa sensata per entrambi. Sebastian è uno dei migliori piloti in circolazione e il suo contratto sarà in scadenza nel 2018, penso che sia una possibilità da esplorare».

Rosberg torna poi sulla sua decisione di dire addio al Circus, senza alcun rammarico: «Mi sento alla grande e affronto questo importante cambiamento nella mia vita con positività. Ho ricevuto molto negli ultimi anni e ora voglio restituire qualcosa agli altri, a cominciare dalla mia famiglia che in tutto questo tempo è stata incredibile». Lui, figlio d'arte, al momento non ha ancora preso in considerazione la possibilità che anche i suoi figli possano seguire le sue orme: «Per me la cosa più importante è che trovino la loro strada, non la mia. Poi se un giorno decideranno di correre io non glielo impedirò». La chiusura è dedicata all'accesa rivalità con Hamilton che ha caratterizzato le ultime stagioni e che ha segnato, forse in maniera indelebile, anche il loro rapporto di amicizia: «Sono passati solo pochi mesi, ci vorrà molto più tempo per tornare amici -ammette Rosberg-. Ma di certo io sono aperto e pronto ad avere un rapporto migliore con Lewis. In fondo -conclude- siamo stati migliori amici 15 anni fa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Gandini: «La Lega di Serie A non è responsabile del fallimento Italia»
Video

Gandini: «La Lega di Serie A non è responsabile del fallimento Italia»

  • Highlights campionato calcio a 5

    Highlights campionato calcio a 5

  • Ministro Lotti: «Il calcio italiano va rifondato»

    Ministro Lotti: «Il calcio italiano va...

  • Malagò: «Fossi in Tavecchio mi dimetterei»

    Malagò: «Fossi in Tavecchio mi...

  • Barzagli: "Abbiamo dato una mazzata al calcio italiano"

    Barzagli: "Abbiamo dato una mazzata al...

  • Italia, la pagina più nera del pallone azzurro: il commento di Massimo Caputi

    Italia, la pagina più nera del...

  • Italia-Svezia 0-0, azzurri fuori dal Mondiale: il videocommento di Ugo Trani

    Italia-Svezia 0-0, azzurri fuori dal...

  • Italia-Svezia, l'entusiasmo dei tifosi Azzurri a San Siro

    Italia-Svezia, l'entusiasmo dei tifosi...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS