Milan-Lazio/ Il commento
Partita decisa dall' episodio Candreva
+ PER APPROFONDIRE milan , lazio , candreva
CALCIO
dal nostro inviato Gabriele De Bari

MILANO - A San Siro, contro il Milan, la Lazio perde partita e terzo posto a vantaggio proprio dei rossoneri. Finisce con un pesante 3-0 una partita condizionata dall’espulsione di Candreva,
dopo appena 16 minuti, per un intervento su El Shaarawy lanciato in porta. Un episodio che incanala la sfida su binari favorevoli ai rossoneri che la comandano senza soluzione di continuità. Ma, oltre all’espulsione di Candreva e alle assenze di Klose, Mauri e Konko, pesa anche la scelta sbagliata di Petkovic che decide di far marcare El Shaarawy da Pereirinha, un centrocampista ”adattato” a fare il difensore, all’esordio da titolare. Un errore tattico pagato a caro prezzo perché, anche nel quarto d’ora iniziale, la squadra biancoceleste non chiude mai sul Faraone che è sempre l’avversario più pericoloso. Nella ripresa l’allenatore bosniaco, sotto di 2 reti, toglie il portoghese e passa alla difesa a 3, però ormai la partita è compromessa. Milan in vantaggio al 41’ con Pazzini che ribadisce in gol una corta respinta di Marchetti, su tiro di Abate. Il raddoppio al 45’ con Boateng che anticipa Biava, ancora su una difettosa parata del portiere. Pazzini, che non fa rimpiangere Balotelli, firma il 3-0 nella ripresa, con un gran destro rasoterra da fuori area.

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora al Messaggero.

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti
Get Adobe Flash player