Milan-Lazio/ Migliore e peggiore
Ledesma d'acciaio, Pereirinha un incubo
CALCIO
dal nostro inviato Alessandro Angeloni
MILANO

PEREIRINHA
Pronti, via e il Faraone ha tra i piedi due/tre occasioni da gol, poi per
anticipare l’italo-egiziano serve a Pazzini la palla dell’uno a zero. Compleanno amaro (25 anni ieri) ed esordio dal primo minuto da incubo. Del resto, che colpe pu avere se di mestiere fa l’ala e non il terzino?

LEDESMA

Prova a fare gioco all’inizio, dopo l’espulsione di Candreva si piazza davanti alla difesa a fare muro: corre, si danna l’anima, lotta. Una sorta di predica nel deserto, non serata per nessuno.

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora al Il Messaggero.it.

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti
+TUTTE LE FOTOGALLERY DI SPORT