ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Colleferro dentro a un tunnel, Centra:
«I ragazzi danno tutto, non molliamo»

Colleferro dentro a un tunnel, Centra:
«I ragazzi danno tutto, non molliamo»

E’ decisamente l’inizio di stagione più difficile della storia recente del Colleferro. Sei partite di campionato e appena due pareggi racimolati, ruolino al quale si è aggiunta anche la sconfitta di ieri sul campo del Crecas in Coppa Italia. «Ma abbiamo giocato un ottimo primo tempo, andando in vantaggio con Cerbara e poi subendo la rimonta nella ripresa con gol del sorpasso a dieci minuti dal termine» sottolinea mister Fabrizio Centra, finito inevitabilmente al centro delle discussioni “da bar” che in questi casi mettono nel mirino gli allenatori.
 
«Io sono a disposizione della società che, comunque, mi ha sempre fatto capire di avere ben presente la situazione. In ogni caso mi metto in discussione tutti i giorni, anche se onestamente non pensavo che la situazione fosse così complicata quando ho accettato la panchina del Colleferro. Se qualcuno vuole contestare, lo può fare liberamente: io vado avanti per la mia strada. Se poi la società dovesse prendere altre strade, accetterei la decisione e augurerei al mio successore di riuscire a risollevare la situazione». Il tecnico rimprovera poco al suo staff, alla squadra e alla società per questo difficile inizio. «Tutti stanno facendo il massimo: dai ragazzi, che lavorano con grande impegno, alla società, che ha preferito non fare promesse senza poi la certezza di mantenerle come è ormai di moda. Abbiamo una squadra giovanissima, basta vedere le liste: dobbiamo cercare di tenere botta in questo periodo e poi magari a dicembre, se ci sarà la possibilità, si potrà rinforzare questo organico».
 
Il calendario sembra voler “infierire” sui rossoneri che domenica al “Caslini” riceveranno la corazzata Pomezia. «Ce la giocheremo con le nostre armi, quelle che finora ci hanno visto in partita in tutti i match della stagione. Abbiamo subito dieci gol in sei partite e siamo sempre usciti dal campo coi complimenti degli avversari, ma paghiamo gli inevitabili difetti strutturali e di gioventù. Comunque non molleremo di un centimetro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Mondiali 2018, ragazza russa molestata: accerchiata dai tifosi brasiliani
Video

Mondiali 2018, ragazza russa molestata: accerchiata dai tifosi brasiliani

  • Mondiali, i tifosi del Senegal puliscono gli spalti dopo la vittoria sulla Polonia

    Mondiali, i tifosi del Senegal puliscono gli...

  • Cristiano Ronaldo si è già preso il Mondiale, ora tocca a Messi. Il videocommento di Massimo Caputi

    Cristiano Ronaldo si è già...

  • Nainggolan si riprende in bagno e canta l'inno belga

    Nainggolan si riprende in bagno e canta...

  • Filippo Tortu, atleta delle Fiamme Gialle: «Il mio modello è Mennea»

    Filippo Tortu, atleta delle Fiamme Gialle:...

  • Roberto Mancini, la confessione: «Non ho giocato un minuto ai Mondiali»

    Roberto Mancini, la confessione: «Non...

  • Dai messicani agli arabi, a Mosca già inizia la festa dei tifosi

    Dai messicani agli arabi, a Mosca già...

  • Pallotta: «Con stop iter stadio mi verrete a trovare a Boston»

    Pallotta: «Con stop iter stadio mi...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS