ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Serie A, da Florenzi e Milik fino a Perin campionato sempre più in ginocchio

Da Florenzi e Milik fino a Perin campionato sempre più in ginocchio

ROMA Mattia Perin, che sarà operato domani a Villa Stuart dal prof. Mariani, è soltanto l'ultimo caso di calciatore con il ginocchio a pezzi per la rottura del legamento crociato anteriore. Un infortunio che nel calcio sta diventando sempre più normalità e che, per fortuna, giorno dopo giorno vede accorciare i tempi di recupero. Le cause che portano al crac spesso sono banali, come nel caso del portiere del Genoa: nessuno scontro con un avversario, nessun contrasto scomposto ma soltanto un movimento anomalo della gamba. Una distorsione. Un po' quanto era accaduto al romanista Florenzi in occasione della partita contro il Sassuolo. La Roma, con Ruediger prima dell'Europeo e Mario Rui durante la pre season, e senza dimenticare il calvario del giovane Nura, è la squadra che recentemente ha dovuto sopportare il maggior numero di crociati spezzati. Il Napoli, per lo stesso infortunio, deve ancora fare a meno del polacco Milik (giovedì controllo definitivo), il Milan del centrocampista Montolivo, il Torino sia del difensore Avelar che dell'esterno Molinaro, il Sassuolo del capitano Magnanelli e il Cagliari dell'attaccante Melchiorri, come Perin al secondo crociato della sua carriera. Fermo da luglio dello scorso anno anche l'atalantino Suagher.
RECUPERO E MESSAGGI
Come detto, i tempi di recupero si sono molto accorciati rispetto al passato, al punto che il protocollo riabilitativo del prof. Mariani oggi prevede per un calciatore il ritorno all'attività dopo 100/110 giorni dal momento dell'intervento chirurgico. In attesa di finire per l'ennesima volta sotto i ferri, Perin ieri è stato raggiunto da un mare di messaggi di solidarietà e affetto da parte dei suoi colleghi, soprattutto da coloro che, come Strootman, Florenzi o lo stesso Ruediger, hanno dovuto fare i conti con lo stesso infortunio. E il Genoa, ovviamente, si è messo alla ricerca di un sostituto per il portiere di Latina, sondando il terreno un po' in tutti i club della massima serie.
 



Cristiano Ronaldo si è già preso il Mondiale, ora tocca a Messi. Il videocommento di Massimo Caputi
Video

Cristiano Ronaldo si è già preso il Mondiale, ora tocca a Messi. Il videocommento di Massimo Caputi

  • Nainggolan si riprende in bagno e canta l'inno belga

    Nainggolan si riprende in bagno e canta...

  • Filippo Tortu, atleta delle Fiamme Gialle: «Il mio modello è Mennea»

    Filippo Tortu, atleta delle Fiamme Gialle:...

  • Roberto Mancini, la confessione: «Non ho giocato un minuto ai Mondiali»

    Roberto Mancini, la confessione: «Non...

  • Dai messicani agli arabi, a Mosca già inizia la festa dei tifosi

    Dai messicani agli arabi, a Mosca già...

  • Pallotta: «Con stop iter stadio mi verrete a trovare a Boston»

    Pallotta: «Con stop iter stadio mi...

  • Surf, ecco le onde artificiali nelle piscine

    Surf, ecco le onde artificiali nelle piscine

  • Max Biaggi e il dolore per la morte di Perez: il post commovente su Instagram

    Max Biaggi e il dolore per la morte di...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS