ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Milan, Scaroni nuovo presidente e ad. Torna Leonardo

Milan, Scaroni nuovo presidente e ad. Torna Leonardo

Si è conclusa l'assemblea dei soci del Milan, che ha approvato all'unanniità la composizione del nuovo Cda rossonero e il ruolo di Paolo Scaroni, ventisettesimo presidente della storia del club di via Aldo Rossi. Scaroni ricoprirà anche il ruolo di a.d. ad interim, in attesa di Ivan Gazidis, attualmente all'Arsenal, o Umberto Gandini, oggi alla Roma. Chiesta quindi la rimozione dei vecchi componenti del Cda: Yonghong Li, David Han Li, Lu Bo, Renshuo Xu e Marco Fassone "da amministratori della società per giusta causa. Le dichiarazioni di Yonghong Li ledono l'immagine della società.

In merito a Fassone, termina il rapporto fiduciario. Le modalità con cui l’amministratore delegato ha gestito i contratti con la società e il mercato cinese sono oggetto di approfondimento", le dichiarazioni. Franck Tuil, Giorgio Furlani, Stefano Cocirio, Gianluca D'Avanzo, Salvatore Cerchione e Alfredo Craca sono i nuovi membri del Cda del Milan. Tra le decisioni prese, anche quella del ritorno di Leonardo con un ruolo tecnico.

«Sono felice di avere l'opportunità di guidare il Consiglio di amministrazione del Milan e sono grato per la
fiducia e il sostegno dei miei colleghi membri del Consiglio». Così il neo eletto presidente esecutivo del Milan, Paolo Scaroni, in una nota diffusa al termine del cda conclusosi poco fa nella sede del club rossonero.

«Questo -afferma Scaroni- è un momento cruciale nella storia del club e siamo tutti grati di avere un nuovo proprietario impegnato a riportare il Milan al suo antico splendore». A livello del Consiglio, «faremo tutto il possibile per mettere l'allenatore e i giocatori nella posizione di avere successo». Anche perché, conclude, «c'è molto da fare e siamo ansiosi di sfruttare il momentum positivo creatosi oggi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Europei, Italia d'oro nei tuffi sincro e nel fondo
Video

Europei, Italia d'oro nei tuffi sincro e nel fondo

  • Lazio, 12-0 al Victoria Clarholz: gli highlights

    Lazio, 12-0 al Victoria Clarholz: gli...

  • La Roma è rientrata dalla tournée negli Usa

    La Roma è rientrata dalla...

  • Roma, Olsen beffato: Florenzi fa il cucchiaio

    Roma, Olsen beffato: Florenzi fa il cucchiaio

  • Roma, De Rossi: "Decido io quando smettere, ma non mi trascinerò fino a 39 anni"

    Roma, De Rossi: "Decido io quando...

  • Roma, Di Francesco: "Il mercato è ancora aperto, abbiamo preso giocatori di prospettiva"

    Roma, Di Francesco: "Il mercato...

  • Ancora 11 giorni di calciomercato: tra anomalie e ultimi ritocchi. Il videocommento di Massimo Caputi

    Ancora 11 giorni di calciomercato: tra...

  • Olsen: "Rispetto Alisson, ma è andato via. Ora mi concentro sul mio lavoro"

    Olsen: "Rispetto Alisson, ma è...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
luigi65
2018-07-21 15:09:06
Chissà se ora i tifosi che non volevano Leonardo, so appecoreranno al padrone, oppure...
emy58
2018-07-21 14:50:10
Solo due considerazioni, la prima è: ma ne capisce un poco delle dinamiche finanziarie nel settore del calcio? La sua carriera come businessman è stata quasi sempre nel campo dell'energia. La seconda: visto il suo trascorso giudiziario -ancora in corso- non era possibile trovare una figura differente. Considerazione finale: dato che nel settore energetico è stato "trombato" adesso ci prova in quello del calcio con il placet dell'ex presidente Berlusconi che gli cedette una piccola quantità di azioni. Chissà perche?
laurag67
2018-07-21 14:40:47
Ma Scarponi ex ENI, indagato per tangenti??????
decibeL
2018-07-21 12:50:56
Il Milan di male in peggio... chi sarà il prossimo presidente...?
robyzen2004
2018-07-21 12:13:44
purtroppo un'altra pagina nera del calcio, principalmente a causa della carenza dei preventivi controlli da parte degli organi preposti...una società gloriosa come il Milan Calcio non può essere invischiata in una vicenda dai contorni misteriosi a partire dall'acquirente cinese che avrebbe perso un capitale di circa 600 milioni di euro...Personalmente penso che Fassone, nominato appunto dal proprietario cinese, abbia dovuto adattarsi alle vicende finanziarie che si susseguivano e che quindi abbia svolto il suo lavoro al limite del lecito per evitare il naufragio della società...Leggere che verrà addirittura inquisito mi lascia perplesso in quanto allora i problemi andrebbero ricercati molto a monte ad iniziare dalla vendita con ampie assicurazioni sull'acquirente...ho dato il mio parere da tifoso della Roma, ma il Milan rappresenta una grande realtà italiana che rappresenta tutta la nazione.

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS