ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, Monchi: «Un anno dopo la mia Roma»

Monchi: «Un anno dopo la mia Roma»

Si definisce matto. Matto come maniaco. Cioè maniaco nel lavoro. Puntiglioso, esigente. «Sono ambizioso, mi piacciono i fatti non le parole. La gente è stufa delle parole». Monchi racconta la sua esperienza romana, con un italiano molto sofisticato. A un anno dal suo arrivo, è cambiato lui ed è cambiata la Roma. Errori ne sono stati commessi, la splendida avventura in Champions sembrerebbe dire il contrario. «Costruisci una squadra forte e non vinci, poi ne fai una più debole e arrivi fino in fondo. Nel calcio è così». Parla di calciatori e di contesti, come se esistesse un luogo naturale che aiuti un atleta a crescere. «Un giocatore è una persona, con i suoi problemi, le sue esigenze, la sua vita. Funziona da una parte, non funziona da un'altra. Eppure è sempre lo stesso giocatore. Io a Siviglia ho lavorato in un certo modo, qui devo comportarmi in maniera diversa. E' un concetto che ho capito dopo qualche tempo. Ma ora sono calato nell'ambiente».
La Roma costruita da lei è incompleta.
«Se penso di aver fatto una squadra perfetta, sbaglio; ma sbaglia pure chi sostiene che sia incompleta. Ci sono tante cose che cambiano in una stagione. Alcune anche difficili da gestire. Penso che una rosa limitata non arrivi in semifinale di Champions e non lotti per il terzo posto. Detto questo, penso che tutto sia migliorabile. Parlavo col mio amico Emery, mi ha detto voi non vi rendete di cosa avete fatto realmente, riferendosi al dopo Barcellona. La squadra non è perfetta, ne sono convinto, ma ha tante virtù e per questo oggi siamo in un sogno».
Che direttore sportivo è lei?
«Il lavoro di un ds non è solo prendere o vendere un giocatore, ma si sviluppa giorno per giorno. È un lavoro difficile da giudicare. Dopo un anno qui conosco meglio la società, questo calcio e forse questo mi è mancato nel mio primo lavoro di programmazione. E' la prima volta che esco dalla mia
comfort zone dopo ventinove anni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO





Italia-Arabia Saudita, le ultime da Coverciano: il videocommento di Ugo Trani
Video

Italia-Arabia Saudita, le ultime da Coverciano: il videocommento di Ugo Trani

  • Gli ostacoli dolci di Piazza di Siena

    Gli ostacoli dolci di Piazza di Siena

  • Assalto hooligan a Kiev

    Assalto hooligan a Kiev

  • Italia, allenamenti in vista dell'Arabia Saudita: il videocommento di Ugo Trani

    Italia, allenamenti in vista dell'Arabia...

  • Piazza di Siena, intervista all'event director Diego Nepi

    Piazza di Siena, intervista all'event...

  • Ippica, a Summer Festival il 135° Derby delle Capannelle

    Ippica, a Summer Festival il 135° Derby...

  • Equitazione, intervista al presidente della Fise Marco Di Paola

    Equitazione, intervista al presidente della...

  • Matrimonio Pellegrini a due passi del Colosseo. Presenti De Rossi e Florenzi

    Matrimonio Pellegrini a due passi del...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
OdioiPuffi
2018-04-23 13:52:01
Bravo Monchi. 10 volte mejo d'er sigaretta.
Scioccolade
2018-04-23 11:23:38
aho'! Quattro giornalisti quattro pe' 'nintervista! Ar giornale c'è restato giusto er fattorino. Ma quattro perché? Nun è che .... Monchi come ..... sì, ce semo capiti .... co li quattro evangelisti??!!
papa max roma
2018-04-23 11:16:32
tutto vero .. tutto vero in teoria .. tutto teorico .. servono soldi da tramutare in giocatori buoni ma che devono ancora esplodere e tanta fortuna .. se in campionato incontri le squadre tutte nel loro migliore momento di forma, non vinci niente .. oppure fai una fatica bestia .. se invece le incontri in fasi di ritracciamento fisico puoi otenere risultati clamorosi .. idem in Champions .. ci vuole tanta fortuna .. ma come base ci vuole una buona squadra .. comprate il terzino destro e Inista e un attaccante che la butti dentro quando Dzeko va al matrimonio della figlia ..

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS