ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Napoli-Lazio 4-1: i biancocelesti crollano al San Paolo, terzo ko di fila

Napoli-Lazio 4-1: i biancocelesti
crollano al San Paolo, terzo ko di fila

La Lazio dura quarantatre minuti. Quasi un tempo in cui sciorina calcio mettendo sotto il Napoli. Ma non può bastare per avere la meglio sulla capolista. Il Napoli vince 4-1 riprendendosi la testa della classifica. I biancoelesti masticano amaro e devono sperare in un passo falso, domani, di Roma e Inter per non scivolare addirittura fuori dalla zona Champions. A tradire Inzaghi, non esente da colpe per qualche scelta, sono la difesa e quel maledetto crollo mentale dei suoi quando subiscono gol. Bravo Sarri a capire dove mettere mano per risollevare il match: fuori Hamsik e dentro Zielinski. Il polacco segna (fortunosa deviazione) e fa segnare. Il secondo tempo è un assolo gli azzurri che impartiscono un’altra severa lezione ai biancocelesti. Stesso risultato dell’andata seppur maturato in maniera molto differente. 
 

 

CROLLO FISICO E MENTALE
Inzaghi deve correre ai ripari e ragionare sul crollo dei suoi nel secondo tempo. Due facce di una squadra che non si capisce come facciano a coesistere. Troppe differenze e un approccio mentale totalmente sbagliato. Ai biancocelesti frana tutto addosso dopo la rete d’astuzia di Callejon che vale il pareggio. Malissimo la difesa. Wallace l’anello più debole: firma un’autorete e non contiene mai Insigne. Luis Alberto si è notato più per il suo capello biondo platino che per le giocate, determinanti per mandare in rete Immobile. Da applausi la reazione del Napoli. Il San Paolo canta e sogna lo scudetto. La Lazio deve ritornare a giocare 90 minuti se vuole un posto in Champions.

 


LEGGI LA CRONACA
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Italia-Arabia Saudita, le ultime da Coverciano: il videocommento di Ugo Trani
Video

Italia-Arabia Saudita, le ultime da Coverciano: il videocommento di Ugo Trani

  • Gli ostacoli dolci di Piazza di Siena

    Gli ostacoli dolci di Piazza di Siena

  • Assalto hooligan a Kiev

    Assalto hooligan a Kiev

  • Italia, allenamenti in vista dell'Arabia Saudita: il videocommento di Ugo Trani

    Italia, allenamenti in vista dell'Arabia...

  • Piazza di Siena, intervista all'event director Diego Nepi

    Piazza di Siena, intervista all'event...

  • Ippica, a Summer Festival il 135° Derby delle Capannelle

    Ippica, a Summer Festival il 135° Derby...

  • Equitazione, intervista al presidente della Fise Marco Di Paola

    Equitazione, intervista al presidente della...

  • Matrimonio Pellegrini a due passi del Colosseo. Presenti De Rossi e Florenzi

    Matrimonio Pellegrini a due passi del...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 46 commenti presenti
cippalippa
2018-02-12 13:14:23
il Napoli e' insieme alla Juve largamente la miglior squadra del campionato, le altre fanno una lega a parte. Il secondo tempo della partita e' stato di un altro pianeta e lo dico con grande ammirazione. Siamo stanchi ma ancora in lotta per la Champions, inconcepibile all'inizio del''anno. Sara' uin bel finale, potrebbe anche rientrare la Samp. Ultima cosa, i romanisti che partecipano a questo forum solo quando vincono sono veramente la cosa piu' patetica..... poveracci
laziouberalles
2018-02-11 14:58:08
Mala tempora currunt.Comunque,la vita va vanti e cosi' la passione per la mia amata squadra.Secondo me si tratta di un calo fisico (alcuni giocatori fondamentali hanno fatto troppe partite) insieme alla pochezza di un paio di difensori.Spero che Inzaghi cambi qualche cosa in difesa e dia un po' di riposo a L.Alberto,Parolo ed Immobile a turno.Il campionato e' ancora molto lungo.
lyon
2018-02-11 14:24:48
Dai, vi rifarete con lo Steuauauaua Bucarest.
piazzadelpopolo
2018-02-11 17:34:33
Ma pure voi cò lo Shaktar ! Tra tutte e due , cò quei colori , nà partita pè daltonici....
Dario
2018-02-11 14:13:14
Inzaghi è da settembre che dice che voleva rigiocare questa partita senza infortunati che le cose sarebbero state differenti ecc. Ieri gli infortunati ed acciaccati li aveva il Napoli ma mi sa che quei pochi sani che c'erano gli hanno spiegato tre anzi quattro cosine ed il motivo per cui sta a quasi venti punti di distacco. Più umiltà la prossima volta

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS