ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Champions League, Real Madrid-Liverpool 3-1. Bale e le papere di Karius stendono gli inglesi

Trionfo Real: terza Champions di fila
Bale e le papere di Karius
stendono il Liverpool 3-1

È ancora una volta Real Madrid, che vince la terza Champions consecutiva e la quarta nelle ultime cinque edizioni. Il Liverpool è battuto per 3-1 e quello della squadra merengue diventa un ruolino di marcia da leggenda. Rimarrà nella storia anche il suo tecnico Zinedine Zidane, Pallone d'oro e campione del mondo da calciatore e adesso il primo a vincere tre titoli europei dalla panchina. Il tris consecutivo merengue è anche un'impresa che torna 42 anni dopo l'ultima tripletta nella massima competizione europea, cosa che non accadeva dal 1976, quando il Bayern Monaco di Beckenbauer, Muller e Maier conquistò il trofeo dopo quelli dei due anni precedenti.

 

 


Ma quella di Kiev verrà ricordata come la finale di Gareth Bale, autore di una doppietta con meraviglioso gol in rovesciata, “alla Cristiano Ronaldo”, e raddoppio con papera di Karius, e delle tante lacrime. Prima quelle di Momo Salah, che si fa male alla spalla sinistra e al 30' esce piangendo vedendo svanire il suo sogno e forse anche il Mondiale, poi quelle di Carvajal, mandato in campo in non perfette condizioni fisiche e costretto a uscire al 37' per problemi muscolari. Anche per lui Russia 2018 è a rischio. Ma piange soprattutto Loris Karius, il portiere del Liverpool grande protagonista in negativo della finale di Kiev. Due suoi incredibili errori, inammissibili per un portiere che gioca a questi livelli, mettono ko i Reds di Jurgen Klopp che poi a fine match si prodiga per frenare il pianto del suo estremo difensore, consolato anche dagli avversari (Bale in primis) ai quali, in pratica, ha consegnato la Coppa. Prima buttando un pallone addosso a Benzema e regalandogli un gol “di rimbalzo”, poi smanacciando il pallone su conclusione da lontano di Bale, e facendolo finire in rete. Sono papere, queste di Kiev, che rischiano di far finire in anticipo la carriera di un n.1 di appena 25 anni e che ora è inconsolabile. Altrettanto lo è Salah perché il suo Ko è stata la svolta del match: fino al 30', quando l'egiziano è stato costretto a uscire, era stato il Liverpool a fare la partita, per nulla intimidito dal blasone dei rivali e molto aggressivo.
 
 

I Reds avevano schiacciato il Real, costretto ad affidarsi a palloni lunghi, e arrivavano sempre primi sulla sfera. Ma l'infortunio di Salah, caduto male a terra dopo un fallo con strattonata di Sergio Ramos, bravo e anche duro come sempre, è stato un autentico choc per i Rossi, risultando determinante in negativo per gli equilibri offensivi. Il Liverpool è stato bravo a reagire dopo la “follia” di Karius che aveva mandato in gol Benzema (i più vecchi tifosi dei Reds avranno ripensato a una rete di Peirò in una sfida con l'Inter nel 1965), pareggiando con Manè, il migliore dei suoi, ma poi il capolavoro in rovesciata (di sinistro) di Bale e la nuova papera di Karius, al 38' st quando sul 3-1 era tardi per rimediare, hanno irrimediabilmente indirizzato la finale di oggi.

Così il Real ha fatto 13, tante sono le Coppe Campioni che ha vinto. L'ultima finale della massima competizione europea l'ha persa nel 1981 proprio contro il Liverpool, e non c'è altro da dire: Cristiano Ronaldo (al quinto successo personale in Champions) e soci, compreso Zidane in panchina, sono la squadra migliore del mondo.

LEGGI LA CRONACA
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Mondiali 2018, ragazza russa molestata: accerchiata dai tifosi brasiliani
Video

Mondiali 2018, ragazza russa molestata: accerchiata dai tifosi brasiliani

  • Mondiali, i tifosi del Senegal puliscono gli spalti dopo la vittoria sulla Polonia

    Mondiali, i tifosi del Senegal puliscono gli...

  • Cristiano Ronaldo si è già preso il Mondiale, ora tocca a Messi. Il videocommento di Massimo Caputi

    Cristiano Ronaldo si è già...

  • Nainggolan si riprende in bagno e canta l'inno belga

    Nainggolan si riprende in bagno e canta...

  • Filippo Tortu, atleta delle Fiamme Gialle: «Il mio modello è Mennea»

    Filippo Tortu, atleta delle Fiamme Gialle:...

  • Roberto Mancini, la confessione: «Non ho giocato un minuto ai Mondiali»

    Roberto Mancini, la confessione: «Non...

  • Dai messicani agli arabi, a Mosca già inizia la festa dei tifosi

    Dai messicani agli arabi, a Mosca già...

  • Pallotta: «Con stop iter stadio mi verrete a trovare a Boston»

    Pallotta: «Con stop iter stadio mi...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
ignavio
2018-05-27 13:47:47
io sarei più critico, mi sarei aspettato per una finale arbitri di e fuori campo un po' più all'altezza. Il fallo su Salah lo chiamano infortunio, a me è sembrato un autentico atto di killeraggio da professionista! Peggiore del fallo 'da dietro' - bloccarti e trattenerti il braccio in caduta crei danni sicuri, lo dissi subito vedendolo, gli ha lussato la spalla/clavicola - con il-la var sarebbe stato un fallo da espulsione! Le papere ... incredibili, la prima da ufficio inchieste !!! (si vendono ancora le partite??) La seconda poi, mi ha fatto ricordare quella di Donnarumma prese sicure quasi da occhi chiusi ed invece il pallone ha strani 'ripensamenti'. Non è che a qualche anno si scopre che i palloni possano essere .. che ne so ... teleguidati con qualche tecnologia infernale ancora sconosciuta ??? Sai che presa x k... a milioni e milioni di tifosi!! Quei palloni vengono adeguatamente controllati dalla uefa??
sognatore romanista
2018-05-27 11:25:53
Karius, basta guardare come si muove per capire che e' solo grosso e fregnone...ridicolo che in una finale di Champions ci sia un portiere del genere!
sognatore romanista
2018-05-27 11:00:10
Con Salah in campo il Real stava preoccupandosi, era stato schiacciato in difesa, e i Reds avevano avuto gia' un paio di occasioni per segnare... Ramos lo ha atterrato con una mossa di judo e lo ha eliminato dal match, e l' arbitro non ha fischiato nemmeno il fallo. Il Real e' come la Rubentus...
vincenzone
2018-05-27 10:48:27
Da sempre sostengo che il pirtiere vale come o piu' di un grande attaccante. Alisson e' un portiere moderno che accoppia alla bravura fra i pali una bravura fuori la porta che ne fa l'equivalente di portiere piu' una specie di libero come nessun altro. Cederlo sarebbe unacastroneria superiore a quella di Salah le cui doti _ rapodita' felina e precisione - sono evidentemente sfuggite ai somari che lo hanno ceduto. D'altro canto c'e' un articolo che ancora invita alle lacrime per un capitano mediocre, parolacciaro,sputazzante e scalciante chhe tanto ha ociuto negli utimi 10 anni di permanenza. E DDR lo segue con proclami che voglioni nascondere i suoi danni recenti.. Se i media non amano la Roma il tifoso bue esistera' sempre.Buona domenica.
peter rei
2018-05-28 13:08:37
qualche paperone lo ha fatto pure alisson

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS