ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, Di Francesco ricomincia da Florenzi alto

Di Francesco ricomincia da Florenzi alto

Mai come stavolta, la resilienza invocata spesso da Di Francesco in questi mesi, servirà. Tra ombre cinesi, mercato bloccato, polemiche Pallotta-tifosi-media, smentite, fraintendimenti e soprattutto la brusca frenata in campionato, la Roma ha bisogno di eclissarsi e ripartire per ritrovarsi. Nei 15-20 minuti dedicati ieri al consueto studio dei video, il tecnico abruzzese - alla ripresa degli allenamenti - ha provato a scuotere il gruppo, toccando i tasti che aveva già sfiorato anche pubblicamente. Della serie: non possiamo essere quelli visti nelle ultime gare, voglio giocatori motivati, dobbiamo reagire, impegnarci maggiormente durante il lavoro quotidiano, ricominciare dalle piccole cose. Questo il senso del discorso fatto alla squadra dall'allenatore. Che è partito con il piede sull'acceleratore. Doppia seduta ieri che sarà replicata oggi. C'è bisogno di smaltire le tossine, insistere sull'intensità delle sedute alla ricerca della brillantezza atletica che è andata un po' scemando a seguito del lavoro sui muscoli effettuato nella settimana di Roma-Cagliari e ripetuto a cavallo di Natale. Lavoro che a Trigoria si attendono possa regalare i suoi frutti.
DANIELE, SCORE NERAZZURRO
La squadra anti-Inter ha ancora qualche punto interrogativo dovuto alle condizioni di qualche interprete. In primis De Rossi che ieri è tornato ad allenarsi ma che convive ormai con una leggera contrattura al polpaccio sinistro che non gli permette di forzare come vorrebbe. La situazione di Daniele sarà monitorata giornalmente e la sensazione, anche se siamo ad inizio settimana, è che il capitano alla fine si metterà a disposizione. Il che non equivale però a scendere in campo. Il centrocampista, rimasto fuori con l'Atalanta, ha perso inevitabilmente un po' il ritmo partita. Non gioca dal match col Sassuolo (30 dicembre) dove tra l'altro, rimase in campo nella ripresa nonostante noie muscolari. A Milano, però, vuole esserci. L'Inter non è una rivale qualunque. Ancor di più da quando l'allena Spalletti. Tra l'altro è la squadra che ha affrontato più spesso in carriera: 41 volte, con un bilancio in leggero svantaggio (14 vinte e 15 perse). Sempre ai nerazzurri, De Rossi ha segnato il maggior numero di gol: 6. Se il ballottaggio in mediana persiste, non vanno escluse nemmeno novità in avanti. Di Francesco è consapevole del miss-match che si andrebbe a creare sulla fascia difensiva a destra tra Perisic e Florenzi. Due anni fa, il croato all'Olimpico spazzò via Alessandro, sovrastandolo fisicamente e tecnicamente, in una gara stranissima che la Roma, pur soffrendo, riuscì a vincere grazie a un autogol di Icardi. All'andata è accaduto lo stesso con Juan Jesus fuori ruolo. Proprio per questo motivo non va escluso che il nazionale azzurro possa essere avanzato nel tridente offensivo. Nel ruolo di terzino, giocherebbe così Peres che al netto delle voci di mercato, nei test atletici effettuati ieri è sembrato tra i più forma.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Froome contro le buche
Video

Froome contro le buche

  • Rolex Gran Premio Roma: trionfa Lorenzo De Luca

    Rolex Gran Premio Roma: trionfa Lorenzo De...

  • Lo spettacolo Piazza di Siena

    Lo spettacolo Piazza di Siena

  • Italia-Arabia Saudita, le ultime da Coverciano: il videocommento di Ugo Trani

    Italia-Arabia Saudita, le ultime da...

  • Gli ostacoli dolci di Piazza di Siena

    Gli ostacoli dolci di Piazza di Siena

  • Assalto hooligan a Kiev

    Assalto hooligan a Kiev

  • Italia, allenamenti in vista dell'Arabia Saudita: il videocommento di Ugo Trani

    Italia, allenamenti in vista dell'Arabia...

  • Piazza di Siena, intervista all'event director Diego Nepi

    Piazza di Siena, intervista all'event...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
robertosinga
2018-01-17 12:02:34
Il tridente che non rientra e non fa pressing non è sostenibile da un centrocampo fatto di gente lenta (DRS e Strootman). Possibile che un club di serie A disponga di attaccanti (alcuni pagati a peso d’oro) e non riesca a schierare uno straccio di terzino che non sia Bruno Peres per poter schierare Florenzi alto?
lyon
2018-01-16 16:04:45
Il titolo dovrebbe essere: Roma, Di Francesco ricomincia da Florenzi alto perchè dietro non c'e' un terzino.
calexico
2018-01-16 17:42:56
Sì,però so quelli che se vestono mejo,o no? Secondo me sei pronto anche tu per il grande salto: esci dal campo dell'abbigliamento e vira sulla Lazio,sul campo da gioco vero. Noi accogliamo pecorelle e lupetti smarriti,comprendiamo perfettamente come qualche fedele possa rimanere folgorato sulla via dei dollaroni facili. Sappiamo bene come il diavolo possa nascondersi dietro a promesse di Nou Camp violati e Champions conquistate. Vedi,figliolo mio,noi non poniamo limiti alla provvidenza e siamo pronti ad accoglierti a braccia aperte. Vai pure (con l'animo) in pace a Milano e rendiamo grazie a Signori.
calexico
2018-01-16 17:56:07
Lyon,troppo facile rispondere che pure Signori è rimasto folgorato sulla via dei soldoni facili. E' richiesta una risposta più tua,più personale. Saludos
lyon
2018-01-16 19:30:24
catalexico mio...se proprio non hai argomenti oggi, non scrivere nulla. Signori era il mio terrore nei derby. Per fortuna non gioca più. Adesso viene ricordato solo per il furto dei Rolex. E se proprio devi scrivere qualcosa, non farlo con lo stile caro ai preti perchè con me caschi male. Hasta pronto

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS