ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, Kolarov: «Battiamo l'Inter e tutto tornerà a posto. Obiettivo qualificazione in Champions»

Foto Gino Mancini

«Vincendo con l’Inter tutto può mettersi a posto». Aleksandar Kolarov guarda avanti senza farsi abbattere dal periodo negativo che sta attraversando la Roma da un mese a questa parte. Il terzino è i tra i calciatori più utilizzati da Di Francesco (prima di lui solo Alisson e Dzeko), una forza psicologica che i tifosi vorrebbero vedere in tutti i giocatori della rosa: «Sarà semplice preparare la gara di domenica dal punto di vista mentale. Nella partita dell’andata abbiamo domincato per quasi tutta il match poi ci hanno fatto tre gol. Le risposte le dobbiamo dare domenica siamo forti come loro e se rimarremo concentrati per 90’ potremo fare la differenza». 
 



Sarà sul piano mentale, però, che Di Francesco dovrà fare il lavoro più duro: «In questo aspetto manchiamo ogni tanto, ma andremo a giocarla a viso aperto. Il nostro obiettivo è arrivare tra le prime quattro, anche perché le squadre davanti sono forti. Vogliamo arrivare in Champions e giocare al meglio. Tra le prime quattro ci arriveremo sicuro. Ci sta nel calcio di avere una piccola crisi mentalmente, ma dobbiamo essere più forti. Non puoi pareggiare con il Sassuolo in casa, loro sono inferiori a noi anche se giochi in otto o nove».

Arrivato questa estate a Roma dopo alcune critiche dei tifosi per il suo trascorso alla Lazio, ha convinto tutti grazie alla grinta e il carisma che mette in campo in ogni partita: «Sapevo quello che potevo fare, non avevo dubbi sulle mie qualità. La squadra e il tecnico mi hanno aiutato, ma avevo il vantaggio di conoscere il calcio italiano e di parlare la lingua per inserirmi. Sarei contento se avessimo altri 4/5 punti in più». Oggi Kolarov è un punto di riferimento per la squadra: «Con Nainggolan ho parlato, sa di aver sbagliato e credo che non lo farà più. Per lui non è una cosa buona, poi veniamo noi e la società. Domenica con due gol si mette tutto a posto. Dzeko? Lo preferisco a Icardi ma di mercato non so nulla».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Italia-Arabia Saudita, la vigilia: il videocommento di Ugo Trani
Video

Italia-Arabia Saudita, la vigilia: il videocommento di Ugo Trani

  • Froome contro le buche

    Froome contro le buche

  • Rolex Gran Premio Roma: trionfa Lorenzo De Luca

    Rolex Gran Premio Roma: trionfa Lorenzo De...

  • Lo spettacolo Piazza di Siena

    Lo spettacolo Piazza di Siena

  • Italia-Arabia Saudita, le ultime da Coverciano: il videocommento di Ugo Trani

    Italia-Arabia Saudita, le ultime da...

  • Gli ostacoli dolci di Piazza di Siena

    Gli ostacoli dolci di Piazza di Siena

  • Assalto hooligan a Kiev

    Assalto hooligan a Kiev

  • Italia, allenamenti in vista dell'Arabia Saudita: il videocommento di Ugo Trani

    Italia, allenamenti in vista dell'Arabia...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
calexico
2018-01-19 19:19:53
Ma nun è 100 vorte mejo Lukaku che se stà zitto e nun fa proclami? Cari romoletti,ma quand'è che capirete?
romana
2018-01-20 10:54:03
Se avessi letto meglio l'articolo..senza fermarti al titolo..avresti capito che ha solo detto che giocando bene si può vincere..un'ovvietà che tutti i calciatori "proclamano" prima di ogni partita..poi volevo dirti anche che...e no..non ci riesco..nun ce la faccio ..è più forte di me...ronf....ZzzzZzZz..ZzzzZzZz...ronf...ronf
calexico
2018-01-20 13:32:26
E basta no? Ma nun te dai fastidio da sola?
matrix
2018-01-19 19:18:22
Dove sono i 6 commenti dell'articolo "Inter-Roma, finti amici e veri nemici ecc.?". Vengono segnalati ma non ci sono. Grazie.
matrix
2018-01-20 11:14:31
L' "intelligentone" che ha messo i pollici versi avrà mai il coraggio (e quando! :-)) di spiegarmi cosa c'è di negativo in una semplice domanda di informazione?

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS