ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, domani la partenza per Baku: con il Qarabag dubbio Perotti

Roma, domani la partenza per Baku: con il Qarabag dubbio Perotti

C’è un viaggio lungo quasi 4 mila chilometri da affrontare la prossima settimana: la Roma mercoledì sera (ore 18 italiane) sarà impegnata a Baku per la seconda gara del girone di Champions League contro Qarabag. La partenza è prevista martedì mattina e nel pomeriggio alle 16.30 la conferenza stampa del tecnico con un giocatore: Di Francesco esce da un mini ciclo di tre vittorie che ha intenzione di prolungare anche con gli azeri (e magari col Milan domenica a San Siro alle 18), ma il viaggio lungo circa 5 ore e l’avversario ancora a secco di vittorie e reduce dal 6 a 0 col Chelsea, potrebbero creare alcuni problemi ai giallorossi. La vittoria in Champions in trasferta manca dal 3 novembre 2010, quando col Basilea Ranieri vinse 3 a 2 contro gli svizzeri: la Roma non avrà a disposizione Perotti che durante la gara con l’Udinese ha riportato una ferita da 10 punti di sutura, ci sarà Dzeko alla ricerca del suo settimo gol stagionale. Confermato El Shaarawy che dopo la doppietta di ieri potrebbe strappare un posto da titolare stabile negli 11 (in attesa del ritorno di Schick). A centrocampo riposerà De Rossi, che lascerà spazio a Gonalons, si candida anche Pellegrini al posto di uno tra Nainggolan e Strootman. Qualche dubbio sull’esterno destro di difesa: Florenzi non ha dato segni di cedimento, ma il tecnico nell’ottica di un recupero graduale dall'infortunio potrebbe far partire Peres, al centro confermati Manolas e Juan Jesus, mentre a sinistra giocherà Kolarov


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Cristiano Ronaldo si è già preso il Mondiale, ora tocca a Messi. Il videocommento di Massimo Caputi
Video

Cristiano Ronaldo si è già preso il Mondiale, ora tocca a Messi. Il videocommento di Massimo Caputi

  • Nainggolan si riprende in bagno e canta l'inno belga

    Nainggolan si riprende in bagno e canta...

  • Filippo Tortu, atleta delle Fiamme Gialle: «Il mio modello è Mennea»

    Filippo Tortu, atleta delle Fiamme Gialle:...

  • Roberto Mancini, la confessione: «Non ho giocato un minuto ai Mondiali»

    Roberto Mancini, la confessione: «Non...

  • Dai messicani agli arabi, a Mosca già inizia la festa dei tifosi

    Dai messicani agli arabi, a Mosca già...

  • Pallotta: «Con stop iter stadio mi verrete a trovare a Boston»

    Pallotta: «Con stop iter stadio mi...

  • Surf, ecco le onde artificiali nelle piscine

    Surf, ecco le onde artificiali nelle piscine

  • Max Biaggi e il dolore per la morte di Perez: il post commovente su Instagram

    Max Biaggi e il dolore per la morte di...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
ubrr
2017-09-24 21:56:50
Se si vuole avere un minimo di possibilità di passare il girone bisogna andare lì a vincere e anche bene.
James1
2017-09-24 19:48:58
"4 mila chilometri".. "5 ore di viaggio"... manco se lo dovessero fa' a piedi... "l’avversario ancora a secco di vittorie e reduce dal 6 a 0 col Chelsea, potrebbero creare alcuni problemi ai giallorossi"........ Ma che??? cominciamo a creare scuse se non si vince a Baku??? Ma che problemi.... Se la Roma non riesce a sconfiggere neanche il Qarabag... che potrebbe essere paragonato forse al Benevento della serie A... ma che ci andiamo a fare in Champions??? Sfido chiunque a nomnare un giocatore... dico uno... del Qarabag... Noi abbiamo Naingolan, Strootman, De Rossi, Dzeko, Florenzi, che farebbero gola a molte squadre forti europee... Quale giocatore del Qarabag ha questo livello? Sara' molto difficile pssare il turno avendo Atletico Madrid e Chelsea nel gruppo... ma se non si vince neanche co' Pizza e Fichi... come si puo' giustificare la speranza di "passare"?... Mercoledi c'e' SOLO la vittoria... qualsiasi altro risultato significherebbe l'eliminazione.
wilmessaggero
2017-09-24 20:43:41
Ooohh , bravo James !

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS