ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Mondiali/ Brasile-Svizzera 1-1: Coutinho non basta, la Seleçao conquista solo un punto

Mondiali/ Brasile-Svizzera 1-1: Coutinho non basta, la Seleçao conquista solo un punto

Esordio da rivedere per il Brasile di Tite che si ferma sull'1-1 con la Svizzera. La sicurezza nei propri mezzi gioca un brutto scherzo alla Seleção, che venerdì affronterà il Costa Rica superato dalla Serbia. Neymar va a correnti alterne, dimostrando una tenuta fisica ancora lontana dal 100%. I primi venti minuti del Brasile sono al limite della perfezione, soprattutto sull'out sinistro dove Coutinho, Neymar e Marcelo fanno vedere una grande intesa. Il vantaggio lo firma Coutinho, che spedisce all'incrocio una respinta della difesa svizzera, superando Sommer con un capolavoro a giro. Il Brasile mantiene il ritmo: Alisson, poco impegnato, "giochicchia" con i piedi sulla pressione di Seferovic. La Svizzera, però, rimane sempre in gioco. Cresce nel finale della prima frazione, riportando il risultato sull'1-1, nel secondo tempo, con colpo di testa di Zuber su angolo di Shaquiri. Miranda, colpevole di essersi lasciato scappare il 14 svizzero in area, chiede con forza l'intervento del Var per una spinta. Ma secondo Ramos e colleghi il contatto è regolare. 
 

 

Il Brasile perde fiducia e corsa. Gabriel Jesus sparisce dai radar, salvo rifarsi vivo con due giocate poco prima della sostituzione obbligata con Firmino. Fernandinho, subentrato all'ammonito Casemiro, ci prova da fuori, mentre Renato Augusto, in sostituzione di Paulinho, è fuori contesto per il ritmo della fase di gioco. C'è spazio per un miracolo di Sommer su Firmino e per l'ultimo tentativo di Renato Augusto. Finisce con il pareggio una delle prestazioni più opache del gruppo di Tite. Neymar, soprattutto a causa dei problemi fisici e di una marcatura mai tenera, non riesce a imprimere la svolta necessaria. Coutinho si spegne con il passare dei minuti, mentre Willian e Gabriel Jesus non impressionano. 

LEGGI LA CRONACA


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Champions, a convincere è stata solo la Juventus, la Roma deve interrogarsi sul suo futuro. Il videocommento di Massimo Caputi
Video

Champions, a convincere è stata solo la Juventus, la Roma deve interrogarsi sul suo futuro. Il videocommento di Massimo Caputi

  • Monchi: "Il responsabile sono io e non ho paura di niente"

    Monchi: "Il responsabile sono io e non...

  • Real Madrid-Roma 3-0: il videocommento di Ugo Trani

    Real Madrid-Roma 3-0: il videocommento di...

  • La Roma arriva al Santiago Bernabeu

    La Roma arriva al Santiago Bernabeu

  • Real Madrid-Roma, la vigilia: il videocommento di Ugo Trani

    Real Madrid-Roma, la vigilia: il...

  • De Rossi: "Indosserò la fascia della Lega per rispetto alla Fiorentina"

    De Rossi: "Indosserò la fascia...

  • Di Francesco sbotta: «Mio figlio è un grande uomo, ci hanno augurato la morte»

    Di Francesco sbotta: «Mio figlio...

  • Olmpiadi 2026, Malagò: «Possibile candidatura Lombardia-Veneto senza appoggi governo»

    Olmpiadi 2026, Malagò:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
James1
2018-06-18 14:46:33
Il pagliaccio di 200 milioni coi capelli di spaghetti solo sa' protestare, lamentarsi e cadere platealmente appena sfiorato.
Scioccolade
2018-06-18 08:48:39
mi pare che questo Mondiale abbia definitivamente resuscitato il caro, vecchio catenaccio (pardon, la FASE DIFENSIVA). Chi sa di essere più debole si chiude a riccio, corre e randella. Poi ogni tanto scatena il contropiede (pardon, la RIPARTENZA) letale
marvel125
2018-06-18 07:24:47
Il metodo di gioco tipo tiki taka forse ha fatto il suo tempo: la debolezza di Brasile e Germania ne è la dimostrazione che hanno deluso contro squadre di seconda fascia che giocano alla vecchia maniera. Difesa tosta e ripartenze in contropiede come giocava una volta l'Italia
peter rei
2018-06-18 05:53:32
Se il Brasile vuole fare strada deve fare cambiamenti. Un centrocampista al posto Willian o Coutinho ed Ederson in porta.
James1
2018-06-18 14:23:19
Tipica tattica burina... non schierare un giocatore della vera squadra di Roma.

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS