ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Roma, bye bye Alisson: il prezzo è giusto

Roma, bye bye Alisson: il prezzo è giusto

Alla fine ha avuto ragione «l’humor americano» di Pallotta: «Per Alisson servono 78 milioni mentre Nainggolan andrà all’Inter» (14 giugno). Ormai ci siamo: Radja ha salutato ormai da tre settimane mentre Alisson è pronto ad accasarsi al Liverpool per una somma molto vicina a quella preventivata dal presidente un mese fa. Settanta milioni (compresi i bonus) è l’offerta scritta recapitata dai Reds, confermata nella giornata di ieri. Una proposta monstre che regala una plusvalenza da...


© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO





Europei, Italia d'oro nei tuffi sincro e nel fondo
Video

Europei, Italia d'oro nei tuffi sincro e nel fondo

  • Lazio, 12-0 al Victoria Clarholz: gli highlights

    Lazio, 12-0 al Victoria Clarholz: gli...

  • La Roma è rientrata dalla tournée negli Usa

    La Roma è rientrata dalla...

  • Roma, Olsen beffato: Florenzi fa il cucchiaio

    Roma, Olsen beffato: Florenzi fa il cucchiaio

  • Roma, De Rossi: "Decido io quando smettere, ma non mi trascinerò fino a 39 anni"

    Roma, De Rossi: "Decido io quando...

  • Roma, Di Francesco: "Il mercato è ancora aperto, abbiamo preso giocatori di prospettiva"

    Roma, Di Francesco: "Il mercato...

  • Ancora 11 giorni di calciomercato: tra anomalie e ultimi ritocchi. Il videocommento di Massimo Caputi

    Ancora 11 giorni di calciomercato: tra...

  • Olsen: "Rispetto Alisson, ma è andato via. Ora mi concentro sul mio lavoro"

    Olsen: "Rispetto Alisson, ma è...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
oizal al ibni
2018-07-19 21:01:33
Del resto la Roma quando glieli avrebbe dati 5,5 milioni a stagione??
Etipareva?
2018-07-19 15:59:14
La vendita di due "pezzi da 90" vuol dire con CERTEZZA che l'assenza di due colonne portanti come Allison e Nainggollan ha reso la squadra piu' debole.Monchi sta giocando d'azzardo puntando su nuove leve anche se debitamente selezionate ma queste devono ancora devono dimostrare di avere talento,carattere e dedizione. Pertanto, a meno di piacevoli ,grosse sorprese,la ROMA dovra' lottare duramente per piazzarsi fra le prime quattro in campionato e in Champions sara' anche peggio. Pallotta avra' soltanto se stesso da biasimare.
Clamer
2018-07-19 14:04:45
Il prezzo di Allison sarebbe giusto (ma aspettiamo i dettagli e storniamo una decina di milioni del valore del cartellino a bilancio), ove la Società avesse chiaro il costo della sostituzione dei suoi pezzi pregiati. Difficile pensare di spendere meno di 30 milioni a testa per ovviare alle assenze di nainggolan e Allison. Monchi finora non è che abbia particolarmente brillato sui giocatori in entrata, non vedo a breve plusvalenze sul 'suo' mercato, defrel e shick su tutti. Leggo poi una valutazione ridicola, 11/12 milioni, per un giocatore come Elsha, e tralascio Karldorf, comprato quando si doveva ancora operare. Under e Kolarov sono andati bene, ma il serbo e' invendibile e il turco vale più o meno quello che lo abbiamo pagato. Le preoccupazioni dei tifosi sono sicuramente giustificabili, la cessione di Allison pare più un fondo di garanzia su eventuali minusvalenze future che una dote per un mercato adeguato. Mi auguro con tutto il cuore di sbagliare.
Biancoblu
2018-07-19 13:13:42
...ne ariverà nantro altrettanto bravo.......ma neraer primo ar mondo???'....allora ce nexaequo....ahahahahahahha......e dove giocherà???.....ahahahahahah
Dandalo
2018-07-18 16:09:28
Per una squadra che non si chiami Sassuolo, Atalanta, Torino, Sampdoria, Fiorentina o Lazio, cioè per una squadra che voglia essere una "squadra" e non perennemente una squadretta da Europa League e da Coppetta Italia, vendere Alisson già di per sé è una follia. Vendere Alisson dopo aver (s)venduto Naingolann all'Inter (e a quel simpaticone di Luciano Spalletti) è una doppia follia. Vendere Alisson al Liverpool, poi, nemmeno può chiamarsi "follia", perché somiglia più ad una "infamia". Ma come, proprio al Liverpool? Cioè alla squadra che qualche mese fa ci ha preso a pallonate cacciandoci dalla finale di Champions, e a cui noi l'anno scorso già abbiamo venduto Salah? E la Roma ora cosa fa? Gli vende Alisson, cioè uno dei suoi giocatori-simbolo! Francamente, a me la genialità di Monchi e Pallotta sfugge, non capisco proprio in cosa consisterebbe. Forse nell'aver ceduto, per l'ennesima volta, i propri pezzi pregiati, disarticolando la squadra, affidandosi a quattro ragazzetti tutti da decifrare e a Pastore (cioè a un giocatore forte, senza dubbio, ma totalmente da ricostruire e da rilanciare, anche sul piano fisico)? Questa Roma "targata Monchi", cioè, senza Alisson e Naingolann, ovvero senza le sue due principali certezze se escludiamo Dzeko (che a gennaio per poco il signor Monchi non vendeva al Chelsea, peraltro, a due lire...), sarebbe una Roma più forte, più competitiva? Bah, io credo proprio di no. La verità è che stiamo scivolando verso il basso e l'Inter (che l'anno scorso al di là delle chiacchiere era nettamente inferiore a noi e che sta in Champions grazie... alla Lazio), quest'anno è nettamente più forte di noi; quanto alla Lazio, poi, è vero che ha ceduto Felipe Anderson e si appresta a cedere Milinkovic Savic, ma non ha stravolto l'ossatura della squadra e se azzecca un paio d'acquisti sta ormai al nostro livello, quindi sarà dura per il quarto posto in campionato. Ah, già dimenticavo: la Roma risolverà senz'altro ogni suo problema acquistando Berardi a 30 milioni di euro e magari vendendo Perotti...

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS