Roma, Pizarro: «Spalletti e la Fiorentina, il mio derby speciale»

immagine Roma, Pizarro: «Spalletti e la Fiorentina, il mio derby speciale»
Si gode l'atmosfera calda di Valparaiso e tira ancora calci a un pallone con la maglia del Santiago Wanderers. E' tutta un'altra vita per David Pizarro, ex di Roma e Fiorentina. Ma un giorno tornerà in Italia: «Chissà, magari per il super corso di Coverciano e per un futuro da manager». La Roma è stata la sua vita, la Fiorentina il rialzo di una carriera che, per tanti, era già finita. «Ero alla Roma, stavo soffrendo per la vita di mia sorella, a Trigoria davo l'impressione di aver staccato la spina, che del calcio non mi interessasse più niente. Era un periodo difficile, è vero, ma io Roma no, non l'avrei mai lasciata. Mai».
Poi è arrivato Montella.
«A lui devo molto, mi ha dato una grossa mano, ha creduto in me, quando molti non lo hanno fatto. Mi ha aiutato in una fase molto delicata della mia vita, per questo lo ringrazierò sempre. Mi voleva anche alla Sampdoria, ma ormai avevo preso un impegno con il Santiago Wanderers».
Da Montella a Spalletti, due allenatori fondamentali per lei.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora al Il Messaggero.it.

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui