ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Verona-Lazio 0-3: doppio Immobile più Marusic, Inzaghi è quarto

Verona-Lazio 0-3: doppio Immobile più Marusic, Inzaghi è quarto

Tutto molto facile per la Lazio. Benedetta Verona, verrebbe da dire. Eh sì, perché il 3-0 con cui i bincocelesti battono i gialloblù è un tonico per l'animo laziale, ferito dal ko sfortunato contro il Napoli. Il timore più grande, infatti, era proprio quello che i ragazzi di Inzaghi accusassero il contraccolpo psicologico. Niente di tutto questo. Immobile e compagni hanno dimostrato di essere più forti di tutto e tutti e di sapersi compattare nelle difficoltà. Ciro trascina tutti con una doppietta e regala a Marusic l'assist per il tris finale. Va detto che il Verona è apparso davvero in crisi: né carattere, né identità. Una squadra sempre più in caduta libera. 
ARIA FRESCA
La Lazio, seppur in emergenza totale, ha giocato una gara senza sbavature. Bene gli esterni, Lukaku e Marusic, con quest'ultimo tra i protagonisti di giornata. Ottima la risposta della difesa, totalmente inedita con due "esordienti" e Radu, riadattato nel ruolo di centrale. La svolta arriva grazie ad un'ingenuità di Souprayen che atterra Maurusic in area. Immobile dal dischetto non sbaglia. La rete ammazza definitivamente le minime velleità del Verona, fischiatissimo dai suoi tifosi. L'attaccante biancoceleste si ripete un quarto d'ora più tardi serpeggiando tra i difensori gialloblù. Ciro di destro griffa l'ottava rete in campionato, l'undicesima stagionale. Poi, come detto, il sigillo finale di Marusic. 
SOTTOSOPRA
Diluvia a Verona. Due soli punti in classifica e la sensazione che servirà una svolta per risollevare una squadra allo sbando. Un successo che riporta i biancocelesti a respirare aria di alta classifica: 13 punti e quarto posto (in attesa del recupero tra Sampdoria e Roma). La Champions ora è un obiettivo concreto e non più un sogno impossibile. 

LEGGI LA CRONACA
 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



La Roma in partenza per Londra
Video

La Roma in partenza per Londra

  • Russia 2018, Svezia avversario da rispettare, ma nessun timore
Il videocommento di Massimo Caputi

    Russia 2018, Svezia avversario da...

  • Roma, Di Francesco scherza con i giornalisti durante la rifinitura

    Roma, Di Francesco scherza con i giornalisti...

  • Roma, rifinitura in vista del Chelsea

    Roma, rifinitura in vista del Chelsea

  • Napoli e Lazio sono certezze, Juve e Roma un cantiere, l'Inter un pericolo per tutte
Il videocommento di Massimo Caputi

    Napoli e Lazio sono certezze, Juve e Roma un...

  • Juve-Lazio, l'emozione di Strakosha

    Juve-Lazio, l'emozione di Strakosha

  • Roma-Napoli 0-1: il videocommento di Ugo Trani

    Roma-Napoli 0-1: il videocommento di Ugo...

  • Juve-Lazio, le parole di Allegri

    Juve-Lazio, le parole di Allegri

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 28 commenti presenti
ernonnetto
2017-09-25 13:52:36
La champions ...un obiettivo concreto? Vai in champions a fare cosa? A vincerla? Ahoo : e' solo un aquestione di soldi e basta ....Ne' Roma ne' Lazio possono competere in Champions....dopo il primo o secondo turno sei fuori ! Tutto fumo negli occhi...l'obiettivio e' lo scudetto..ma ?
Alberone
2017-09-25 16:36:46
....e viva il nonnetto che si è rinsavito..piedi per terra!!
laziouberalles
2017-09-25 13:46:33
Contento per la vittoria ma non mi esalto;il Verona e' poca cosa. Contentissimo,pero',per Marusic che ha dimostrato tutte le sue ottime qualita';dovrebbe essere lui il titolare della fascia destra e non Basta.Questo giovane,costato solo 6 milioni, sara' un pilastro della squadra per i prossimi 5-6 anni perche' ha velocita',buona tecnica e resistenza alla corsa. Quando rientreranno tutti i titolari si vedra' la nuova Lazio e se,a gennaio,Lotito compra un giovane terzino sinistro piu' dinamico di Radu possiamo,sul serio,arrivare nelle prime posizioni(dipendera' dalla fortuna,dagli arbitri e dal Var).Siamo piu' forti dell'anno scorso e non dobbiamo temere nessuno.
Calmezza
2017-09-25 11:26:08
Troppa la differenza tra le due compagini, nonostante fossimo in emergenza. Bravo Luis Felipe, messo in croce per aver fatto crossare un avversario da trenta metri, quasi avesse determinato lui da solo il goal subito contro il Vitesse e quindi lasciato in panca dopo l'infortunio di Bastos contro il Napoli, preferendogli come centrale prima Basta, e poi Leiva una volta uscito De Vrij... questo posso dire a Inzaghi.
cippalippa
2017-09-25 12:51:36
giusto, pero' in quella partita col Vitesse Luis Felipe era stato indeciso anche in altre occasioni, forse anche condizionato dal cartellino giallo, comunque in quella posizione ci puo' stare sicuramente meglio di un altro giocatore non di ruolo, sono d'accordo con te.

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS