ACCEDI AL Il Messaggero.it


oppure usa i dati del tuo account

Chelsea, Conte: «Il mio ritorno in Nazionale? Tutto può succedere»

Chelsea, Conte: «Il mio ritorno in Nazionale? Tutto può succedere»

«Il mio possibile ritorno in Nazionale? Ho un contratto con il Chelsea fino al 2019 e intendo rispettare questo contratto: però, nel calcio si sa, può accadere di tutto. Si può essere felici, ma bisogna essere in due per proseguire i matrimoni. Il nostro è un lavoro particolare, siamo sempre con la valigia in mano». Così Antonio Conte, nel dopopartita di Chelsea-Barcellona, risponde ai microfoni di Premium sport a una domanda sul possibile ritorno alla guida della Nazionale azzurra, che lasciò dopo l'Europeo del 2016, in Francia. «Sono stato molto chiaro in passato, la mia intenzione è di rimanere qui ma, se dovesse cambiare qualcosa, gli scenari che potrebbero aprirsi sarebbero diversi», conclude Conte. 

«Sono rammaricato e dispiaciuto: quando giochi queste partite, e affronti squadre come il Barcellona, per ottenere il massimo, devi giocare la partita perfetta. Per nove-decimi ci siamo riusciti. Abbiamo dato tutti il 120 per cento, ma la dea bendata non ci ha dato una mano; sapevamo i loro punti forti e dove poter fare male, avevamo preparato molto bene questa partita». Lo dice Antonio Conte, allenatore del Chelsea, parlando a Premium sport, dopo il pareggio in Champions con il Barcellona in casa. «Servirà una grandissima impresa a Barcellona, ma la qualificazione è ancora aperta - aggiunge -. Contro gente come Suarez e Messi non si possono commettere certi errori. Le continue voci su un mio possibile esonero? Qui in 14 anni sono stati cambiati più di 10 allenatori, è la storia del Chelsea e la stampa gioca molto su questa abitudine: al primo risultato negativo c'è subito chi parla di esonero. Per me non c'è alcun problema, anzi a me la pressione piace, spero però non condizioni i giocatori». Conte conclude ammettendo che ha escluso inizialmente Morata, perché «nella fase di non possesso non potevo rinunciare a due uomini. Mi serviva una squadra più equilibrata e, in questi casi, un tecnico non deve guardare in faccia nessuno».
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Dal debutto di CR7 alle vittorie pesanti di Napoli e Roma: la notizia è la sconfitta dell'Inter. Il videocommento di Massimo Caputi
Video

Dal debutto di CR7 alle vittorie pesanti di Napoli e Roma: la notizia è la sconfitta dell'Inter. Il videocommento di Massimo Caputi

  • Torino-Roma 0-1: il videocommento di Ugo Trani

    Torino-Roma 0-1: il videocommento di Ugo...

  • Juventus, Allegri: «Alla prima giornata ci voleva una vittoria così»

    Juventus, Allegri: «Alla prima...

  • Lazio-Napoli 1-2:
il videocommento
di Emiliano Bernardini

    Lazio-Napoli 1-2: il videocommento di...

  • Di Francesco "Pastore e Cristante possono coesistere. Non cambio modulo"

    Di Francesco "Pastore e Cristante...

  • Di Francesco: "Squadra migliorata? Vedremo, ma dobbiamo sfoltire"

    Di Francesco: "Squadra migliorata?...

  • Torino, visite mediche per Zaza

    Torino, visite mediche per Zaza

  • Napoli, la squadra arriva a Roma per il match con la Lazio

    Napoli, la squadra arriva a Roma per il...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
ancomarzio1978
2018-02-21 10:15:43
l'italietta vuole rifarsi male con un allenatore mediocre che a livello internazionale deve ancora dimostrare il suo valore. E' il Trapattoni che con i 7/11 della squadra campione del mondo , Spagna 82, non ha vinto nemmeno una coppa dei campioni. Se la dirigenza della Figc cerca certi allenatori è meglio che si dimettano tutti.

CALCIO

MOTORSPORT

TENNIS